Marostica inaugura la mostra “Dimensioni espressive”

Sarà inaugurata domani, alle 11.30, nella sala mostre del Castello inferiore, a Marostica, la 18esima edizione della rassegna biennale dal titolo “Dimensioni espressive”, promossa dall’assessorato alla Cultura e organizzata dall’Unione cattolica italiana insegnanti, dirigenti, educatori e formatori (Uciim), dall’istituto comprensivo scolastico e dalla consulta fra le associazioni culturali di Marostica.

Curata da Leda Cogo, Ruggero Cortese e da Manuela Mocellin, questa esposizione è il risultato di percorsi culturali e di laboratori seguiti dagli studenti in ambito scolastico, che hanno coinvolto diverse discipline e temi, fra i quali “Prospero Alpini e l’hortus simplicium”, la via della seta, l’educazione alimentare, l’ambiente, “L’Arcimboldo”. I ragazzi sono stati chiamati a rappresentare la realtà o il mondo fantastico, attraverso la loro creatività e con diversi mezzi.

L’immagine che richiama la mostra è “Solidarietà per la pace”. È stata realizzata da uno studente, Marco Migliorini, che ha partecipato all’iniziativa del Lions Club di Marostica, “Un poster per la Pace”. Per riflettere sul tema dell’ambiente, in mostra sono esposti anche alcuni quadri dell’artista Piero Conz.

“Con le sue pennellate – ha commentato la professoressa Mariangela Cuman – Conz plasma la natura, mostrando cavalli lanciati in corse sfrenate, alberi solitari di cui s’intravedono radici e chiome frondose, cieli mossi da nuvoloni o immersi in infuocati tramonti, luci mattutine, mari piatti e onde travolgenti. Sembra il viaggio dei sentimenti che trasformano la forza della natura in un percorso esistenziale, in cui la gioia, la ricerca, l’inquietudine e il dubbio testimoniano una faticosa introspezione di vicende e di destini”.

Per rafforzare l’incontro con altre culture, Ruriko Nakano, originaria di Tendo, città gemellata con Marostica, propone per domani e per sabato 28 gennaio, dalle 16 alle 18, una dimostrazione di origami, che sarà riproposta anche in alcune classi, per favorire la manualità degli allievi e avvicinarli alla cultura giapponese. La mostra sarà visitabile tutti i giorni, fino al 29 gennaio, dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità