Vicenzavicenzareport

Lei lo lascia, lui la perseguita. 39enne arrestato

Vicenza – Umiliazioni psicologiche ed anche aggressioni fisiche, che le avrebbero provocato addirittura un aborto, a causa dei troppi calci e dei pugni che aveva subito. È questo l’incubo vissuto per anni, per la precisione cinque, da una donna moldava, da tempo residente a Vicenza. Dopo questo lungo periodo di maltrattamenti tra le mura domestiche, però, la donna aveva finalmente trovato il coraggio di denunciare il suo compagno, anche lui moldavo, Vitalie Salcutanu, camionista 39enne, pregiudicato, e di allontanarsi per sempre dalla casa dove i due convivevano, portando con sé il figlio ancora minorenne.

Vitalie Salcutanu
Vitalie Salcutanu

Un gesto, questo, che però non era stato sufficiente a porre fine alla incresciosa e tormentata situazione. Come purtroppo capita spesso in episodi del genere, l’uomo non si sarebbe rassegnato ad una interruzione della relazione con la sua compagna ed avrebbe continuato a perseguitarla, con intimidazioni quotidiane, anche eclatanti, in una escalation di prevaricazioni che sembrava essere inarrestabile.

A mettere la parola fine a questo incubo sono stati gli uomini della squadra mobile della Questura di Vicenza, che hanno fatto le scattare le manette ai polsi di colui che i poliziotti hanno ritenuto essere il responsabile dello stalking nei confronti della donna. L’uomo si trova ora agli arresti domiciliari.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button