Breaking News

Mussolente, furto nella notte. Arrestato 61enne

Mussolente – È stato bloccato dai carabinieri di Bassano del Grappa, nella notte tra domenica e lunedì, a Mussolente, dopo un breve inseguimento a piedi, e arrestato con le accuse di furto aggravato e ricettazione. Si tratta di un uomo di 61 anni trevigiano Giovanni Tittoto, pluripregiudicato per reati di varia specie, specialmente criminalità predatoria, che attualmente si trova nella camera di sicurezza della Compagnia dei carabinieri di Bassano, in attesa del rito direttissimo, previsto per domani.

Verso le 2.30 di lunedì mattina, alcuni militari dell’arma erano in servizio di pattuglia per il contrasto dei furti in abitazione, quando, illuminata dalla luce dei fari dell’auto di servizio, hanno notato una sagoma che si aggirava per strada con atteggiamento furtivo. I Carabinieri hanno tentato di avvicinare quella persona, che però, accortasi di essere stata notata, ha provato ad allontanarsi.

I militari, allora, hanno cominciato ad inseguirla a piedi, raggiungendola e bloccandola dopo un centinaio di metri. Nel frattempo, durante il tentativo di far perdere le sue tracce il fuggiasco avrebbe tentato di liberarsi di uno zaino lanciandolo in una siepe. Recuperato lo zaino, i carabinieri vi hanno trovano numerosi strumenti riconducibili ad una attività di scasso: trapano, grimaldello, diverse serie di chiavi, brugole, torce elettriche e guanti. Ma anche una piccola pompa per biciclette ancora sigillata. Un oggetto che poco aveva in comune con gli altri.

Il collegamento tra gli oggetti ritrovati è stato presto evidente. Poco dopo il ritorno in Caserma degli agenti di pattuglia, infatti, giunge la notizia di un furto in abitazione messo a segno proprio a Mussolente e il bottino trafugato consiste in una cassetta degli attrezzi e in una bicicletta elettrica con accessori del valore di più di tremila euro. E fra gli accessori della bicicletta c’è proprio una pompa come quella rinvenuta nello zaino recuperato.

Subito scattano le ricerche del resto della refurtiva, che viene trovata dai carabinieri all’interno di un Fiat Ducato che risulta essere stato rubato in settimana a Cornuda in provincia di Treviso. La merce è già stata restituita ai legittimi proprietari e anche il mezzo sarà presto riconsegnato al titolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *