Basket, vittoria casalinga per il Famila Schio

Ottima ripresa del campionato dopo la pausa natalizia per il Famila Wuber Schio, che questa sera, al PalaRomare, ha avuto la meglio sulle biancoazzurre della Pallacanestro femminile Umbertide, Pfu, sconfitte con il risultato di 78-58. In evidenza, in questa seconda giornata di ritorno del torneo di serie A1 di basket femminile, Raffaella Masciadri, autrice di 18 punti. In doppia cifra anche Sottana, a quota 17, Macchi (16) e Anderson (13).

È tutto arancione l’avvio della contesa delle 18, con Macchi, Martinez e Zandalasini che firmano l’8-0 al terzo minuto. Dopo il time out chiesto da coach Serventi, Mallard trova i primi punti per le biancoazzurre, 7-2, ma Schio continua a macinare gioco e presto il suo vantaggio raggiunge la doppia cifra, 17-7. Un passivo che le umbre dimezzano grazie alla bella giocata di Mallard, che va fino in fondo nonostante il raddoppio difensivo, e alla tripla di Milazzo, 17-12.

Tanti i cambi per l’allenatore scledense Mendez, che distribuisce i minuti da giocare fra tutte le sue atlete. In campo, in questa seconda frazione, anche Masciadri, che festeggia le 600 presenze in serie A. La Pfu, intanto, riprende il filo del discorso e si avvicina fino al -2, 21-19. Con autorità, però, il Famila balza di nuovo al comando. Il parziale di 18-2 costruito dal gruppo arancione, vale infatti un rassicurante +17, 39-22, a 90” dalla sirena. Come nel primo quarto, però, anche in questi secondi dieci minuti, le ultime fasi sono appannaggio delle ospiti, che trovano in Milazzo un punto di riferimento, capace di andare a bersaglio dalla media e dalla lunga distanza, e in Mallard una certezza dentro l’area. Così, alla pausa lunga, il ritardo delle umbre si è ridotto a 10 punti, 39-29.

Alla ripresa delle ostilità Brown e Mallard firmano il -3, 42-39. Poi, però, ancora una volta, il pallino del gioco passa nelle mani delle scledensi, che riallungano e si portano a + 16, 55-39. La Pfu va a bersaglio con Brown e con Dell’Olio, 55-43, prima della quarta tripla di capitan Masciadri, 58-43. Sono ancora 15 i punti di differenza tra le due compagini alla terza sirena, che si chiude sul 61-46.

Gli ultimi dieci minuti sono i più brutti. I ritmi calano e a farla da padrone sono le infrazioni. Palle perse, passi, ma soprattutto falli, che la terna arbitrale distribuisce equamente fra i due quintetti in campo e che spezzano con frequenza il gioco. Le biancoazzurre arrivano a -13, in due occasioni, prima sul 67-54 e poi sul 71-58 a tre minuti dalla fine della gara. Due canestri di Macchi e l’ennesima tripla di Masciadri valgono il +20 finale, 78-58.

Schio: Martinez 3, Bestagno 2, Gatti ne, Miyem, Tagliamento 5, Anderson 13, Masciadri 18, Zandalasini 4, Sottana 17, Ress, Macchi 16

Umbertide: Giudice, Cabrini 3, Dell’Olio 6, Moroni, Milazzo 17, Clark 7, Pappalardo 2, Paolocci, Fusco, Brown 13, Mancinelli 1, Mallard 9

Ecco gli altri risultati:

  • Lucca – Napoli 71-43
  • San Martino di Lupari – Vigarano 75-59
  • La Spezia – Torino 43-63
  • Venezia Battipaglia 61-53
  • Broni – Ragusa 66-53

Classifica: Lucca 24, Venezia 22, Schio 22, San Martino di Lupari 18, Ragusa e Napoli 16, Umbertide 10, Broni 8, Torino e Vigarano 6, Battipaglia 4, La Spezia 2

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità