Sport

Basket, Schio travolge Napoli e vola alle Final Four

Grazie ad una prova gagliarda, soprattutto negli ultimi due quarti di gioco, questa sera il Famila Wuber Schio ha staccato il biglietto per le Final Four di Coppa Italia. Alle 18, infatti, tra le mura amiche del PalaRomare, le arancioni, di fucsia vestite, hanno strapazzato la Saces Mapei Givova Dike Napoli, imponendosi per 86-54 e conquistando dunque l’accesso alla fase successiva dell’importante trofeo, assieme a Lucca, Venezia e Ragusa.

Il 5-0 d’apertura porta la firma di Martinez e di Zandalasini, schierate nello starting five da coach Mendez assieme a Miyem, Anderson, e Macchi. Nino Molino, risponde con Cinili, Carta, Gray, Gemelos e Plaisance. Proprio di quest’ultima il canestro del 5-2, al quale replica Miyem, 7-2. La Saces risponde a tono alle stoccate delle padrone di casa, che non riescono, complici anche i molti errori in questo inizio poco esaltante, a scrollarsi di dosso le avversarie. Il massimo vantaggio delle scledensi è il +5, 11-6, del settimo minuto, ma alla prima sirena si sarà ridotto ad un +3, 17-14.

Dopo aver a lungo inseguito, con Gray e Carta, Napoli si porta in vantaggio, 17-18. Nemmeno il tempo di rendersene conto, che il Famila ribalta il risultato, 20-18, e poi, per un paio di minuti, le due compagini si alterneranno al comando, fino al 22-23, quando Macchi e Sottana costruiscono un parziale di 7-0, 29-23. Plaisance e Gray trainano la squadra fino al -2, ma sul finire della frazione, Schio allunga di nuovo, 38-32.

30  sono i punti realizzati da Schio nel terzo quarto. Solo 13, invece, quelli delle campane. Il Famila, che in attacco gioca con fluidità e serra le maglie della difesa, lasciando poco spazio di manovra alle avversarie, balza a +17, grazie ad un break di 13-2, 51-34. Immediato il minuto di sospensione chiesto da Molino, ma al ritorno sul parquet, l’accenno di reazione delle ospiti, 51-37, viene presto messo a tacere da Masciadri e compagne, che riprendono a correre e toccano quota + 25, 64-39. Con Plaisance la Dike recupera due punti, e alla terza sirena il tabellone recita 68-45.

Anche nell’ultimo parziale il Famila spinge, mantiene alta l’attenzione e si butta su ogni pallone, rinunciatario, invece, l’atteggiamento delle arancioblu, che sbagliano troppo e scivolano sempre più in basso. Poco oltre il quinto, infatti, diventano 30 i punti che separano le due formazioni, 81-51. I ritmi ora si abbassano, soprattutto perché il successo, per le campionesse d’Italia è già in cassaforte da un bel po’. Nonostante questo, anche le ultime fasi vedono le scledensi dettare le regole del gioco, che chiudono la gara sul +32, 86-54.

Schio: Martinez 7, Bestagno 2, Gatti ne, Miyem 8, Tagliamento 6, Anderson 12, Masciadri, Zandalasini 16, Sottana 15, Ress 4, Macchi 16

Napoli: Pastore ne, Cinili 4, Carta 10, Chesta 8, Gonzalez ne, Dentamaro, Sorrentino ne, Gray 21, Gemelos, Plaisance 11

Ecco gli altri scontri della seconda fase di Coppa Italia:

  • Lucca – Torino 78-62
  • Venezia – Broni 78-43
  • San Martino di Lupari – Ragusa 68-73

Ilaria Martini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button