Vicenzavicenzareport

Adesca bimba di 10 anni su Instagram. Arrestato Dj

“Radio Vicenza, in relazione ai gravi fatti riportati oggi sugli organi di informazione e riferiti al collaboratore esterno Sergio Bortolami, manifesta la totale estraneità degli amministratori e dei dipendenti della stessa che, con sommo sdegno, hanno appreso la notizia. Evidenzia, inoltre, come sia da sempre ritenuta prioritaria, nella politica aziendale e nello svolgimento della propria attività, l’esigenza alla massima tutela contro atti che colpiscano l’integrità della persona, in particolare dei minori e dell’infanzia”.

E’ il breve comunicato con cui nel tardo pomeriggio di oggi l’emittente radiofonica vicentina ha condannato con fermezza i fatti che vengono attribuiti al suo collaboratore esterno, uno speaker 40enne, arrestato oggi a Padova, come riportano, tra gli altri, il Giornale di Vicenza ed il Gazzettino, dalla polizia postale della Liguria con l’accusa di adescamento di una ragazzina attraverso internet e di detenzione e scambio di materiale pedopornografico.

L’indagine degli investigatori liguri, condotta in collaborazione con i colleghi veneti, era partita dalla polizia postale di Imperia che aveva iniziato a intercettare Bortolami, che oltre a collaborare saltuariamente con Radio Vicenza fa anche il magazziniere, quando questi avrebbe tentato di avvicinare su Istagram una bambina di 10 anni che abita nella riviera dei fiori. La procura di Genova a quel punto ha emesso un decreto di perquisizione che ha portato al ritrovamento del materiale pedopornografico

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button