Economia

Vicenza, il nome del vitigno in un convegno a La Vigna

Martedì 13 dicembre, alle 10.30, la Biblioteca Internazionale “La Vigna” di Vicenza ospiterà la tornata conclusiva dell’anno accademico dell’Accademia italiana della vite e del vino, con una tavola rotonda sul tema “Il nome del vitigno nei suoi aspetti vitivinicoli e di mercato”. Il 21 settembre scorso è stato infatti approvato, dalla Camera dei deputati, il Testo unico della vite e del vino, già presentato a “La Vigna” lo scorso 22 ottobre, disponibile anche sul sito della Biblioteca.

Il provvedimento ha l’obiettivo di unificare tutte le disposizioni che disciplinano la materia del comparto vitivinicolo, e in alcuni casi di modificarle, diminuendo la burocrazia e semplificando l’attività degli operatori. Il provvedimento sottolinea l’importanza della salvaguardia del patrimonio culturale nazionale e tra le novità più importanti introduce la definizione di “vitigno autoctono”. Per fare il punto scientifico della situazione, l’Accademia italiana della vite e del vino, che dal 2003 ha una sede operativa presso la biblioteca “La Vigna” proprio per il suo ricco patrimonio librario enogastronomico e vitivinicolo, propone questo importante evento per suoi soci, provenienti da tutta l’Italia, ma anche per gli stessi amici e simpatizzanti della Biblioteca.

I lavori prenderanno avvio con i saluti del presidente Mario Bagnara, di Antonio Calò, presidente dell’Accademia italiana della vite e del vino, e di Paolo Giorgetti del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. Alla tavola rotonda, coordinata dal professor Davide Gaeta, interverranno i docenti universitari Antonio Calò, Anna Schneider, Cesare Intrieri e Angelo Costacurta assieme Eugenio Sartori, guida dei Vivai Cooperativi Rauscedo e al segretario generale dell’Unione italiana vini, Paolo Castelletti.

Gli interventi verteranno sui seguenti temi: il significato del nome di “vitigno”, la definizione di vitigno, sua origine, identificazione e variabilità interna, la difficoltà di definizione di “autoctono”; inoltre si parlerà di nuove costituzioni e problemi della loro denominazione e dell’impatto sugli aspetti commerciali del nome del vitigno. I lavori si concluderanno alle 13 con un brindisi di auguri. L’ingresso è libero.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button