Valdagno, presentato il piano neve

Nonostante le belle giornate e le temperature miti, è questo il periodo “caldo” in cui Valdagno potrebbe essere interessata da nevicate e gelate. Proprio queste due criticità sono al centro di un piano neve, che è stato predisposto dall’amministrazione comunale. Per quanto riguarda le gelate, grazie ad un costante monitoraggio dei bollettini meteo, gli uffici stabiliranno quando sarà necessario effettuare i trattamenti preventivi anti-ghiaccio, che verranno eseguiti dagli operai comunali con appositi mezzi spargi sale e ghiaino e si concentrano nelle ore serali, per evitare che un eccessivo passaggio di auto sulle strade trattate vanifichi l’effetto dei prodotti.

“Il territorio comunale – chiarisce una nota del municipio valdagnese – è affidato per tronconi a singole aziende che si sono aggiudicate lo specifico appalto, con un totale di circa 130 chilometri di strade comunali e vicinali su cui vengono fatti i trattamenti preventivi e ben 205 chilometri coperti con il servizio di sgombero neve. Esiste anche un elenco di punti critici, che comprende alcune salite del centro cittadino con pendenze insidiose, ponti, servizi prioritari quali la caserma dei carabinieri, sui quali interverrà il personale comunale sia per il servizio di trattamento preventivo sia per l’eventuale sgombero neve”.

In caso di nevicate, lo sgombero verrà attivato, una volta caduti dieci centimetri di neve, livello ottimale per consentire l’impiego di pale e lame apposite. Il contatto tra mezzi e tecnici sarà costante, grazie anche alla possibilità di monitorare in tempo reale i 32 mezzi disponibili tramite gps. In questo modo il tecnico in servizio potrà conoscere le condizioni dei vari tratti viari e concordare la necessità di eventuali ulteriori passaggi. È attiva inoltre una convenzione con l’associazione nazionale Alpini, che prevede l’impiego dei volontari delle varie sezioni su precise zone, per sgomberare in particolare i marciapiedi e gli accessi alle scuole, mentre, in caso di particolari emergenze, sarà disponibile anche la Protezione civile.

“Sapendo che si tratta di un periodo piuttosto impegnativo – ha spiegato l’assessore ai lavori pubblici, Federico Granello – proprio per la possibile attivazione del piano neve, da novembre a febbraio, accanto al tecnico in servizio di reperibilità vengono attivati anche un operaio, dal lunedì al venerdì, e due nei fine settimana, in grado di guidare i mezzi appositi. In caso di eventi eccezionali la squadra potrà essere allargata richiamando in servizio altro personale”.

“Grazie al costante miglioramento dei prodotti disponibili sul mercato – ha spiegato la dirigente della direzione lavori pubblici, Federica Bonato precisando alcuni dettagli più tecnici – la presenza di ghiaino nel materiale che usiamo per lo spargimento è sempre minore. Un eccesso crea infatti non pochi problemi nello spazzamento successivo da parte dei mezzi meccanici. Ecco allora che, tenendo conto anche delle temperature previste, le percentuali di sale vengono variate per consentire il miglior effetto anti-ghiaccio possibile.»

“Per quanto riguarda i cittadini- ha concluso Granello – su richiesta possiamo fornire sale e ghiaino per i trattamenti preventivi, ma lo sgombero delle corti e delle aree private resta a carico dei residenti, non essendo inserito nell’appalto poiché, oltre ad avere un costo elevato, rallenterebbe lo sgombero prioritario delle strade. Per ogni informazione è possibile contattare gli uffici allo 0445 428124 e 0445 428173, mentre per emergenze è sempre attivo il numero verde 800 311 701”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *