Breaking News

Torna potabile l’acqua ad Arcugnano e a Vicenza

Buone notizie per le circa mille utenze della frazione di Torri di Arcugnano e della lottizzazione Fontega, che lunedì scorso erano state colpite da una ordinanza di non potabilità dell’acqua, a causa di un inquinamento microbiologico: il provvedimento è stato revocato.

Questa decisione è stata presa dopo aver appurato che anche le analisi effettuate dall’autorità sanitaria locale hanno dato esito favorevole, confermando così il risultato dei controlli svolti dalla società che gestisce il servizio idrico integrato, Acque Vicentine, alla fine della scorsa settimana. Gli utenti possono così tornare a usare normalmente l’acqua distribuita dall’acquedotto e non è più necessario bollirla prima dell’utilizzo.

Acque Vicentine si scusa con i cittadini delle località interessate, per i disagi vissuti in questi giorni. “Siamo consapevoli – ha infatti precisato il direttore della società, Fabio Trolese – che l’acqua potabile è un servizio essenziale e abbiamo messo in atto tutte le azioni necessarie a risristinarlo il prima possibile”.

Non si fermano, comunque, le ispezioni e le operazioni di scavo necessarie ad individuare la causa della contaminazione. I problemi, come è noto, sono stati notati lunedì scorso, quando alcuni cittadini hanno inoltrato delle segnalazioni ad Acque Vicentine per l’acqua maleodorante proveniente dal rubinetto.

“Consapevoli dei disagi sopportati dalla cittadinanza – ha concluso Trolese – ci rendiamo disponibili a valutare una modalità per riconoscere i costi aggiuntivi sostenuti. Individueremo nei prossimi giorni le attività idonee per recepire questa indicazione nelle prossime bollette”.

Oggi pomeriggio anche il sindaco di Vicenza, Achille Variati, ha revocato l’ordinanza di divieto di servirsi, a scopi potabili, alimentari e domestici dell’acqua del rubinetto, che interessava quindici famiglie e due esercizi pubblici di strada del Tormeno e strada di Bisortole, nel capoluogo berico. Come per Arcugnano, la revoca di questo provvedimento è stata decisa dopo che l’Ulss 6 ha comunicato che tutti i parametri dei campioni analizzati sono rientrati nella norma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *