Sabrina Impacciatore è “Venere in pelliccia”

Appuntamento con “Venere in pelliccia” domani sera, al Teatro Remondini di Bassano del Grappa. La pluripremiata pièce di David Ives, che si è aggiudicata diversi Tony Award a Broadway, dalla quale Roman Polanski ha tratto l’omonimo film, sarà interpretata da Sabrina Impacciatore e Valter Malosti, che ne ha curato anche la regia.

Questo spettacolo, che inizierà alle 21, fa parte del cartellone della stagione teatrale 2016/2017 Città di Bassano del Grappa, dal titolo “Il teatro ti fotografa”, promossa dall’assessorato alla promozione del territorio e della Cultura in collaborazione con Arteven e con il Teatro Stabile del Veneto, Teatro Nazionale. Per info e prevendite, contattare l’ufficio informazioni turistiche, allo 0424 519917.

“La vicenda – racconta una nota di presentazione dello spettacolo – si svolge in una sala prove. Dopo una lunga giornata di audizioni il regista non ha ancora trovato la protagonista per il suo nuovo spettacolo. Verso sera, quando tutti sono andati già via, si presenta una ragazza rozza, e sboccata, che, in maniera insistente chiede di poter fare un’audizione. Un comportamento che rivela da subito come questa donna non si fermerà davanti a nulla, pur di avere la parte”.

“Lentamente tra regista e attrice, vittima e carnefice, inizia un esilarante combattimento, un vertiginoso scambio di ruoli, un gioco ambiguo fatto di seduzione, potere e sesso. Un duello teatrale in cui i confini tra realtà e finzione vanno lentamente sfumando, lasciando il regista e gli spettatori ostaggio di un finale enigmatico e misterioso, sospeso in una atmosfera a metà tra la brutalità tragicomica di certe tragedie antiche e David Lynch.

Leggendo il romanzo “Venere in pelliccia” di Leopold von Sacher Masoch, Ives viene colpito dalla relazione incadescente e in continuo mutamento dei due protagonisti. Sviluppa dapprima un adattamento del romanzo per quattro personaggi, ma fallisce nel tentativo di produrlo. Il materiale riprende vita quando Ives ha l’idea di accostare ai due protagonisti del romanzo due persone particolari, un’attrice che cerca un lavoro e un regista che cerca un’attrice, andando a creare una collisione fra questi due caratteri contemporanei con i loro dirimpettai letterari ottocenteschi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *