Sport

Rugby, a Bassano arriva Castelfranco

Sarà una lotta per il terzo posto in classifica, l’ultimo a disposizione per conquistare il passaggio alla fase successiva, quella che andrà in scena domenica all’impianto De Danieli, di Bassano del Grappa. Il Rugby Bassano 1976, con 18 punti in classifica, dovrà infatti vedersela con il Castellana Rugby di Castelfranco Veneto, a quota 20, nell’ottava giornata del campionato nazionale di serie C1, girone A, poule 2. Per completezza, la graduatoria vede in testa l’irraggiungibile Belluno, con 30 punti, e Padova, con 25.

Per i giallorossi di coach Andrea Segafredo vincere domenica, nel match delle 14.30, sarà fondamentale perché imponendosi sui trevigiani, capitan Zalunardo e compagni li scavalcherebbero in classifica mettendo un’ipoteca importante sul passaggio del turno.

“All’andata – ha rammentato Segafredo – fu un pari difficile, caratterizzato da troppi errori da parte nostra e poca incisività nell’ultimo passaggio. Stavolta dovremo evitare sbavature, puntare dritti all’area di meta e impedendo ai nostri avversari di respirare. C’è troppo in palio, i ragazzi lo sanno e si sono allenati bene, con intensità. Domenica puntiamo a vincere e a regalare così una grande soddisfazione al nostro pubblico. Chiaro, non sarà un’impresa facile, ma il nostro obiettivo è innanzitutto quello di passare il turno e un successo nella gara di dopodomani è fondamentale per raggiungerlo”.

Non sarà della partita, domenica, Andrea Bordignon. Per lui infatti gli accertamenti al ginocchio dopo la partita contro Padova hanno purtroppo dato esito tutt’altro che felice: problemi ai legamenti e un’assenza lunga, forse addirittura fino alla fine del campionato. Di contro, però, rientra dall’infortunio Alessandro Pontarollo che tornerà quindi a dare incisività e sostanza al Bassano.

“L’infortunio di Bordignon – ha concluso – non ci voleva, ma la squadra saprà reagire al meglio. In settimana abbiamo lavorato sulla tenuta fisica e mentale per l’intera durata del match e già contro il Padova abbiamo dimostrato di essere presenti anche nel secondo tempo, cosa che invece capitava raramente prima della sosta di novembre. Siamo pronti e determinati”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button