Presepi artistici in mostra a Thiene

Sarà inaugurata sabato 17 dicembre, a Thiene, la Mostra dei presepi artistici, una manifestazione giunta alla 14esima edizione, nata dalla passione e dalla ricerca del Gruppo Presepi di Lampertico. L’esposizione, visitabile fino al 15 gennaio, sarà allestita nella sala borsa di Confcommercio, in via Montello. Questa rassegna, ad ingresso libero, che punta anche ad illustrare l’espressione dell’artigianato locale, metterà in mostra una sessantina di presepi realizzati con i materiali più diversi, spesso associati in combinazioni originali.

“Tra le novità di quest’anno – ha svelato Domenico Saccardo, coordinatore Gruppo presepi di Lampertico – ci saranno i due presepi di Cracovia e l’allestimento di un presepe con statuine in terracotta alte 40 centimetri nel Monumento ai Caduti, un’occasione per continuare le riflessioni sulla Grande guerra iniziate nella ricorrenza dei cento anni dallo scoppio del Primo conflitto mondiale”.

La mostra, nata dalla collaborazione tra Confcommercio e Confartigianato mandamentali, Gruppo presepi di Lampertico, Pro loco e Comune, sarà visitabile sabato, domenica e festivi (eccetto il 25 dicembre e la mattina del primo gennaio) dalle 10 alle 12.30 e tutti i pomeriggi, dalle 16 alle 19. Per ulteriori informazioni si può visitare il sito www.ascomthiene.it o questa pagina Facebook.

“Pensando ai Natali passati – ha raccontato Andrea Piovan, presidente Confartigianato Thiene – ognuno di noi ritroverà nella memoria un ricordo legato alla tradizione cristiana del presepio, un oggetto amato dai piccoli e dai grandi, che vi riconoscono ed apprezzano la simbologia e l’immagine della famiglia, nucleo che sta alla base della maggior parte delle imprese artigiane che Confartigianato rappresenta e che ci fa capire ancora una volta quanto il mondo artigiano sia parte della società in cui viviamo e ci muoviamo”.

“Anche quest’anno – ha aggiunto l’assessore Giampi Michelusi – siamo orgogliosi di presentare i simboli che rappresentano e custodiscono la nostra cultura, la nostra storia e la nostra tradizione. Questa mostra difende i valori più alti della civiltà dove viviamo ed operiamo, trasmettendoci una testimonianza viva come spunto di riflessione sul vero significato del Natale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *