Economia

Popolare di Vicenza, “Vince il No e Iorio si dimette. Amen”

Dall’associazione “Noi che credevamo nella BpVi”, riceviamo e pubblichiamo.

*****

All’alba del giorno della vittoria del No al Referendum costituzionale, l’amministratore delegato di Banca Popolare di Vicenza, Iorio-Schettino si dimette.

“Strana coincidenza”! L’uomo che, arrivato alla dirigenza di Popolare di Vicenza nel 2015, favoleggiava di un 2016 di rilancio e di nuovi utili annunciando un piano industriale di rinnovamento grazie alla Spa e di nuova valorizzazione e solo 500 esuberi del personale tra margherite e cavalli bianchi.

Lo Schettino di Popolare di Vicenza: la Banca sta affondando come è affondata la Costa Concordia, ma lui nega l’evidenza. Caro Iorio ci dispiace. La favola è finita. Non ci abbiamo mai creduto e ora non ci crede neanche lei.

Associazione “Noi che credevamo nella BpVi”

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button