Breaking News

Mobilità sostenibile, c’è “Schio Mobil Green”

Ottanta mezzi tra auto e scooter, elettrici o ibridi, e biciclette a pedalata assistita saranno esposti, da venerdì 16 a domenica 18, all’Expo Schio Mobil Green, un evento organizzato al Lanificio Conte Shed dall’amministrazione comunale, in collaborazione con Confartigianato, con la partecipazione di attività e aziende che operano nel campo della mobilità innovativa: Askoll, Carollo Motosport, Cicli Rampon, Manzotti Citroen Schio, Driwe, Piaggio D’Ambrosi, Zanella cicli-moto-fitness, la cooperativa Nuovi orizzonti, che proporrà il progetto Oasi bike e Auto Due concessionaria Toyota, che presenterà, in anteprima, una nuova vettura ibrida, la Chr.

Quello della mobilità sostenibile è un tema sempre più sentito, soprattutto in questi ultimi anni nei quali la preoccupazione per l’inquinamento atmosferico è molto presente. Uno dei possibili modi per ridurre le emissioni è quello di usare mezzi a basso impatto ambientale e la manifestazione scledense darà proprio la possibilità di toccare con mano e di informarsi sui veicoli che permettono di muoversi senza inquinare.

“Inoltre – ha aggiunto il sindaco di Schio, Valter Orsi – domenica si terrà un Mini Hackathon, un concorso di idee aperto al mondo della scuola. Ai ragazzi è stato chiesto di presentare un progetto per personalizzare, in chiave creativa, una centralina per la ricarica elettrica Driwe, che sarà installata in centro nel 2017. La scuola che presenterà il progetto decretato, dalla giuria, vincitore, si aggiudicherà un premio in denaro di 500 euro. Per i ragazzi, invece, l’associazione Driwe ha pensato ad un riconoscimento tecnologico e ad un mini corso di Cad 3D rendering in fabbrica Saccardo”.

“Da anni – ha sottolineato Nerio Dalla Vecchia, presidente di Confartigianato – la nostra associazione punta su un tipo diverso di mobilità. Siamo partiti, nel 2011, con il progetto Futuro elettrizzante, per arrivare al progetto Reborn, una sorta di restyling di auto usate: con il retrofit, infatti, il motore tradizionale viene sostituito con uno elettrico, restituendo una nuova vettura silenziosa ed economica. All’Expo saremo presenti con una Fiat Panda che ha subito questo trattamento”.

Manifestazioni come Schio Mobil Green sono importanti occasioni di informazione e di sensibilizzazione nei confronti di questa mobilità del futuro. “Penso – ha infatti aggiunto il rappresentante di Piaggio D’Ambrosi, – che si sia imboccata una strada giusta, i tempi non saranno rapidi, ma quello che è importante è che si nota un cambiamento di mentalità delle persone, che sono sempre più attente all’impatto che le loro azioni hanno sull’ambiente”.

L’importanza dell’evoluzione culturale è stata sottolineata anche da Luca Secco, di Driwe. “In Italia – ha infatti sottolineato – abbiamo soluzioni tecnologiche molto avanzate, ma a frenare l’espansione dei veicoli elettrici sono problemi quali lo spauracchio dell’autonomia di questi mezzi e il loro costo elevato. Per quanto riguarda il primo punto, l’autonomia è di almeno 100 chilometri, cosa che consente una certa sicurezza, tenendo conto che statisticamente il 75% delle persone fa meno di 60 chilometri al giorno. Passando ai costi, è vero che un veicolo elettrico costa più di uno tradizionale, ma pensando ai costi legati all’intera vita dell’auto, va considerato che, nel caso di questi mezzi a basso impatto ambientale, le spese di assicurazione e di bollo sono ridotte. Molti comuni, poi, hanno adottato iniziative come il parcheggio gratuito e le colonnine di ricarica sono sempre più presenti nel territorio. Inoltre, iniziative come il retrofit e l’usato elettrico rendono più accessibile questa tecnologia”.

L’Expo Schio Mobil Green sarà visitabile, con ingresso libero, venerdì, dalle 15 alle 19 e sabato e domenica, dalle 10 alle 19. Per ulteriori informazioni: www.comune.schio.vi.it, cultura@comune.schio.vi.it.

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *