Veneto

Internet, aumentano gli utenti in Veneto

Gli utenti regolari di internet in Veneto sono il 68% della popolazione, a fronte di un dato nazionale al 63%. I dati sono riferiti al 2015, anno che ha fatto registrare un forte aumento per la diffusione della connessione alla Rete, segnando un trend che se mantenesse questa intensità porterebbe al raggiungimento, nella nostra regione, dell’obiettivo del 75% nell’arco di due anni. In crescita, e migliore rispetto al dato nazionale, anche il livello di digitalizzazione dei servizi della Pubblica amministrazione e l’interazione con i cittadini.

Sono alcuni aspetti dell’analisi proposta nell’ultimo numero di Statistiche Flash, la pubblicazione periodica curata dal Sistema statistico regionale, dedicata allo sviluppo della rete digitale e in cui si sottolinea che “la valorizzazione delle nuove tecnologie rappresenta una grande opportunità di sviluppo sociale ed economico, di miglioramento della qualità di vita delle persone, oltre che uno strumento per sostenere la competitività delle imprese e accrescere il livello di efficienza dei servizi pubblici”.

Nel panorama europeo l’Italia rimane un Paese ancora a basse prestazioni digitali: secondo il Digital economy and society index (Desi) nel 2016 ottiene un punteggio di 0,40, in una scala da 0 a 1, dove più alto è il punteggio migliori sono le prestazioni digitali. Si posiziona sotto la media europea (0,52), al 25esimo posto, ma nell’ultimo anno registra progressi superiori alla media Ue.

“L’Agenda digitale europea – spiega una nota in proposito della Regione Veneto – fissa una serie di obiettivi strategici, a scadenze diverse, per promuovere lo sviluppo digitale. Tra i traguardi infrastrutturali da conseguire entro il 2020 figurano la banda larga veloce, almeno 30 megabit per secondo (Mbps), per tutti, e quella ultraveloce per il 50% degli utenti di internet. Rispetto alla media nazionale il Veneto dimostra performance in generale migliori ed è in piena accelerazione per la copertura della banda ultralarga, che per i prossimi anni vede aumentare gli investimenti pubblici e privati per allinearsi agli standard europei.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button