Breaking News
Il complesso edilizio di Borgo Berga, a Vicenza, visto dall'alto
Il complesso edilizio di Borgo Berga, a Vicenza, visto dall'alto

Borgo Berga, Cappelletti: “No al silenzio della politica”

“Cosa intende fare il sindaco di Vicenza per ricordare ai dipendenti del Comune indagati nell’inchiesta di Borgo Berga che collaborare con la giustizia significa contribuire alla salvaguardia del patrimonio cittadino? Ci saremmo aspettati che la tutela del patrimonio riconosciuto dall’Unesco sarebbe stata messa davanti ad ogni strategia difensiva personale. Ed il sindaco della città dovrebbe attivarsi a questo scopo”.

Sono parole del senatore veneto del Movimento Cinque Stelle Enrico Cappelletti, che ricorda come Vicenza, a causa della grande lottizzazione di Borgo Berga ed in generale per le sue politiche urbanistiche, rischi “l’espulsione dall’Unesco, nel silenzio della politica, locale e nazionale”.

“Infatti – continua Cappelletti – mentre i dirigenti comunali non rispondono alla magistratura, il governo non ha mai risposto alla nostra interrogazione parlamentare presentata più di tre anni fa in cui denunciavamo la violazione dei vincoli ambientali e di sicurezza di Borgo Berga”

“Serve una maggiore consapevolezza del patrimonio artistico della città – conclude poi il senatore pentastellato -. Serve fare qualcosa per meritare il riconoscimento Unesco prima che sia troppo tardi. E per farlo bisogna ripristinare le condizioni paesaggistiche pre-speculative con l’immediata demolizione della struttura”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *