Breaking News

Basket, ko del Famila Schio in trasferta a Lucca

Primo stop stagionale in campionato per il Famila Wuber Schio, che questa sera, in trasferta in Toscana, è stato sconfitto, per 61-53 dalla Gesam Gas Lucca nella nona giornata del torneo di A1 di basket femminile. Dopo una prima fase equilibrata, le ragazze di coach Mendez hanno disputato una disastrosa terza frazione (21-8 è il bottino di punti messi a segno dalle due compagini), che ha permesso alle padrone di casa del Basket Le mura di scavare il solco. Nell’ultimo quarto, poi, le scledensi, apparse sottotono rispetto alle loro abituali performance, non hanno trovato energie sufficienti per agganciare le avversarie.

I ritmi, nel match delle 18 al PalaTagliate, sono subito molto alti. Il botta e risposta tra Dotto e Zandalazini, 2-2, è seguito da quello tra Wojta e Yacoubou, 4-4 e poi è ancora la numero 10 biancorossa a colpire, 6-4. Sottana e Zandalasini ribaltano il risultato, per il +3 arancione, 6-9. Le toscane riescono ad acciuffare le avversarie sul 13-13 e, sulla nuova parità, 16-16, un’accelerata di Harmon vale il 18-16 alla prima sirena.

Rispetto ai primi dieci minuti, in questa seconda frazione le percentuali di tiro calano. In apertura Schio impatta con Macchi, 18-18 e l’equilibrio è proprio la cifra che caratterizza questa fase. Le due compagini, infatti, non si distanziano più di tre punti e come una cerca di allontanarsi, l’altra riesce in fretta a riportarsi a contatto. Anche in questo quarto, come in quello precedente, è la Gesam ad avere l’ultima parola. L’1/2 di Battisodo dalla lunetta vale infatti il 28-27 a metà gara.

Il terzo parziale del Famila è disastroso. Dopo lo scambio di cortesie tra Wojta e Sottana, 30-29, le ospiti non trovano più, per molti minuti, la via del canestro. Lucca, invece, colpisce a più riprese e costruisce, anche grazie ad una solida difesa, un importante break di 13-0, 43-29. Anderson interrompe il digiuno arancione con una tripla, 43-32, poi però Pedersen, Wojta e Harmon rimpolpano il divario, 49-32. Prima della terza sirena, un gioco da tre punti di Miyem riduce il passivo delle scledensi, 49-35.

Negli ultimi dieci minuti, pian piano Schio riesce a limare lo svantaggio. Ottimo l’apporto di Yacoubou che, preso il posto di Miyem, va subito a segno e serve ad Anderson un assist perfetto, 51-43. Le lucchesi, però, riprendono a correre. Harmon, Dotto e Crippa firmano infatti il nuovo +15, 58-43. Dopo il minuto di sospensione chiesto da coach Mendez, il Famila riduce di nuovo il passivo, 58-49, ma il tempo a disposizione per agganciare le avversarie si riduce sempre più. La Gesam costruisce le sue azioni senza fretta, facendo circolare molto la palla e lasciando scorrere i secondi. Dotto ha un po’ di spazio e prova una tripla, che va a segno, 61-49. Yacoubou va a bersaglio prima dalla lunetta e poi da sotto, per il 61-53 finale.

Lucca: Battisodo 1, Landi ne, Tognalini, Pedersen 11, Dotto 19, Wojta 10, Harmon 12, Crippa 8, Miccoli ne, Salvestrini ne, Ngo Ndjock, Mandroni ne

Schio: Yacoubou 13, Bestagno ne, Miyem 7, Tagliamento ne, Anderson 16, Masciadri, Zandalasini 4, Sottana 7, Ress 4, Macchi 2

Ecco gli altri risultati della nona giornata:

  • Venezia – San Martino di Lupari 74-37
  • Broni – Umbertide 55-56
  • Ragusa – Napoli 72-55
  • La Spezia – Battipaglia 63-88
  • Torino – Vigarano 65-67

Classifica: Lucca, Schio e Venezia 16 e San Martino di Lupari 14, Ragusa e Napoli 10, Umbertide, Torino e Vigarano 6, Broni 4, Battipaglia e La Spezia 2

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *