Sport

Basket, continua a correre Schio in Eurolega

Terza vittoria consecutiva in Eurolega per il Beretta Famila Schio, che questa sera, tra le mura amiche del PalaRomare ha superato, per 71-64, non senza difficoltà, le turche del Mersin, fanalino di coda del girone A della massima competizione europea di basket femminile. “La posizione in classifica delle nostre avversarie – ha commentato coach Mendez nel post partita – non rispecchia il loro vero valore. Dopo aver perso di misura con Praga e Kursk, oggi hanno giocato un’ottima prima parte di gara e ci hanno messo in difficoltà. Nella ripresa, però, abbiamo messo in campo un’energia fisica e mentale diversa che ci ha permesso di conquistare un’importante vittoria”.

Per quanto riguarda il match, una bella entrata di Zandalasini inaugura la contesa, 2-0, poi però sono lo ospiti a colpire, con Nevlin e con Petronyte, 2-5. Per le arancioni, è ancora Zandalasini ad andare a bersaglio, 5-5. Sul 10-10 Sottana infila 5 punti che valgono il primo mini allungo arancione, 15-10. Un vantaggio subito annullato dalle turche, che si confermano una squadra ostica e ribaltano il risultato, 15-16. A una manciata di secondi dalla prima sirena il tabellone è ancora in equilibrio, 21-21, ma Sottana alza la parabola per il +2 arancione, 23-21.

Il piazzato di Nevlin vale il 23-23, poi Mersin impone il suo gioco e mette la testa avanti, 23-27. A parte il 32 pari del settimo minuto, sono le turche a dettare i ritmi, mantenendo sempre qualche punto di vantaggio, pur senza mai scavare il solco. Anche grazie ai molti viaggi in lunetta, forse troppi (zero i liberi tirati da Schio, 12 quelli delle avversarie), concessi alle rossoblù dalla terna arbitrale, a metà gara il ritardo del Famila è di 5 lunghezze, 38-43.

Al rientro sul parquet dopo l’intervallo lungo, il Beretta si riporta a contatto con Anderson, 42-43, Mersin però non si fa agganciare e schizza a +7, 42-49. Importante reazione di Schio, che con Yacoubou e Sottana recupera, 48-49. A due giri di orologio dalla terza sirena arriva il sorpasso, firmato da Miyem, 54-53, che si trasforma in un +3, 56-53, dopo trenta minuti di gioco.

Gli ultimi dieci minuti del match sono appannaggio di Schio. Le avversarie, infatti sembrano aver esaurito il carburante, mentre le padrone di casa sono più fresche e concentrate. I centri di Anderson e di Masciadri, 61-53, costringono coach Sencan a chiamare time out, per riordinare il gioco delle sue ragazze. Dopo aver raggiunto la doppia cifra di vantaggio, 64-54, le turche si rifanno sotto, ma non riescono ad andare più in là del -4, 64-60 e, alla quarta sirena, il tabellone recita 71-64.

Schio: Yacoubou 8, Bestagno 2, Miyem 6, Tagliamento ne, Anderson 14, Masciadri 3, Zandalasini 17, Sottana 16, Ress, Macchi 5

Mersin: Eldebrink 3, Dogan, Kartaltepe, Petronyte 16, Olcek ne, Hayes 19, Ertas ne, Tokyay ne, Coleman 8, Nevlin 18

Ecco gli altri risultati della quarta giornata:

  • Praga – Montpellier 61-59
  • Fenerbahce – Kursk 69-72
  • Uni Gyor – Cracovia 61-91

Classifica: Praga e  Kursk 8, Schio e Fenerbahce 7, Cracovia, Montpellier e Uni Gyor 5, Mersin 4

Ilaria Martini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button