Breaking News

Vicenza, torna la rassegna “I martedì al cinema”

Da domani, martedì 8 novembre, nelle sale cinematografiche del Veneto, tornano gli appuntamenti con la rassegna “La Regione Veneto per il Cinema di Qualità. I martedì al Cinema”, una iniziativa organizzata dalla nostra Regione, in collaborazione con la Federazione italiana cinema d’essai (Fice) delle Tre Venezie e con l’Associazione generale italiana dello spettacolo (Agis) delle Tre Venezie.

Tutti i martedì del mese, la rassegna prevederà la proiezione di opere cinematografiche d’autore, fruibili al costo ridotto di tre euro, nelle sale cinematografiche aderenti alla Fice delle sette province del Veneto. A Vicenza le sale coinvolte sono il Cinema Odeon e il Multisala Roma mentre, in provincia, il Multisala Metropolis di Bassano del Grappa. Per verificare le opere in programmazione, si possono consultare questo link, questa pagina Facebook, oppure l’applicazione per smartphone e tablet APP al Cinema.

“La rassegna – ha spiegato l’assessore regionale alla cultura, Cristiano Corazzari – rientra nel programma La Regione del Veneto per il Cinema di Qualità che ha fra i suoi obiettivi la promozione della cultura cinematografica e del cinema d’autore e la valorizzazione delle sale d’essai del Veneto”.

“Gli scenari nel mondo del cinema si stanno trasformando molto velocemente e con questo progetto troviamo sempre nuove stimolanti proposte di qualità per il territorio che, al contempo, permettono di rivitalizzare le sale cinematografiche con una rassegna qualificata e un’offerta culturale di alto livello oltre ad offrire l’opportunità di conoscere tendenze originali del panorama cinematografico internazionale ad un prezzo accessibile”.

“Il grande merito di iniziative come queste – ha sottolineato Filippo Nalon, Presidente Fice Tre Venezie – è anche quello di invogliare il pubblico a sperimentare nuovi titoli cinematografici, nuovi autori e nuovi registi. Opere il cui valore artistico è indubbio ma che magari vengono percepite come difficili o troppo di nicchia. Il costo ridotto della proiezione diventa, dunque, quel quid in più che invoglia anche alla visione di titoli non di cassetta ma che vengono poi apprezzati per il loro alto valore culturale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *