Economia

Vicenza, digitale e Bim in un convegno di Confindustria

Si terrà venerdì 2 dicembre, a Vicenza, alle 9.30, nella sede di Confindustria, a palazzo Bonin Longare, un convegno dal titolo “Digitalizzazione e Bim: il presente prossimo venturo”, nell’ambito del Progetto costruzioni 4.0, un contenitore di crescita culturale del sistema delle imprese e della filiera del costruire, dedicato all’innovazione. L’evento è promosso dalla Sezione costruttori edili e impianti di Confindustria Vicenza, Ance Veneto, dalla rivista “Civiltà di cantiere”, dall’Ordine degli ingegneri e dall’Ordine degli architetti pianificatori paesaggisti e conservatori. L’iniziativa si rivolge a imprese, produttori e progettisti.

Ad aprire i lavori del convegno, Antonio Vescovi, presidente della Sezione costruttori edili e impianti di Confindustria Vicenza, Giovanni Salmistrari presidente di Ance Veneto, Pietro Paolo Lucente presidente dell’Ordine degli ingegneri della provincia, Marisa Fantin presidente dell’Ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori della provincia. Interverranno poi Alfredo Martini direttore di “Civiltà di Cantiere” ( che parlerà su “La digitalizzazione e il mercato italiano delle costruzioni”), Alberto Pavan del Politecnico di Milano (“Il Bim tra funzionalità e normativa), Stefano Converso docente dell’università Roma Tre, (“Esperienze italiane di utilizzo”), Riccardo Perego di Building Smart, (“L’impatto sui processi aziendali”), Davide Madeddu di One Team (“Il Bim e gli strumenti cloud per le imprese”) e Giuseppe Mangiagalli di Icmq (“Garantire le prestazioni e certificare le competenze”).

“Anche l’edilizia e le costruzioni stanno adeguandosi alla grande rivoluzione digitale – ha ricordato Vescovi -. Cambiano comportamenti e modelli di vita che si riflettono sulla domanda abitativa e sulle esigenze delle committenze, sia pubbliche che private. Al centro di questa rivoluzione digitale c’è il Bim, ovvero il Building Information Modelling, un metodo per ottimizzare la pianificazione, la realizzazione e la gestione di costruzioni con l’aiuto di un software. L’incontro di venerdì apre il confronto all’interno della filiera e con i principali stakeholder pubblici e privati nella prospettiva di costruire un percorso anche formativo che aiuti il sistema delle costruzioni a crescere e a saper gestire al meglio questo processo innovativo”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button