Breaking News

“Vicenza, al Comando di Polizia locale si salvi chi può”

Intervento del sindacato di base Cub Pubblico impiego, di Vicenza, che ci segnala un episodio accaduto ieri presso il comando di polizia locale del capoluogo…

*****

Al comando di polizia locale di Vicenza nella mattinata del 15 novembre è successo un episodio surreale che ha coinvolto tutto palazzo Negrisolo. Quella che doveva essere una prova di evacuazione del personale del Comando, per poco non si è trasformata in dramma. Durante la prova qualcuno ha fatto partire il dispositivo antincendio e immediatamente la centrale operativa del comando di polizia locale è stata invasa da polvere bianca dal soffitto e una nuvola di gas ha invaso l’aria, sottraendo ossigeno e scatenando una pericolosa tempesta sul personale seduto alle postazioni.

Nel tentativo di interrompere la diffusione del particolato e del flusso di gas, dopo essere inciampato sul pavimento scivoloso, un addetto della centrale operativa è riuscito a disattivare il dispositivo e solo successivamente è stato soccorso. Tutto l’allestimento della centrale operativa, inaugurata qualche anno fa, è stato coperto da una coltre di polveri e l’odore intenso si è sparso nei piani del palazzo coinvolgendo diversi uffici comunali.

Il collegamento radio o telefonico del personale esterno con la centrale operativa si è interrotto ma è stato prontamente ripristinato con un apparecchio di emergenza in un’altra ala del comando, mentre i lavori di pulizia e recupero degli strumenti sembra occuperanno per diverso tempo il personale. Sicuramente qualcosa è andato storto e chiediamo a chi di competenza che siano accertate eventuali responsabilità. Non ha funzionato nemmeno l’avviso di abbandonare le postazioni dagli ambienti, com’è previsto in caso di emergenze. Il personale dell’ufficio verbali ha infatti continuato a lavorare senza essere raggiunto dall’allarme evacuazione.

I fatti accaduti evidenziano come la sicurezza dei lavoratori venga di fatto trascurata. Da decenni si segnala la situazione di carenza di dispositivi di sicurezza per l’evacuazione dai locali angusti, come ad esempio dall’ufficio verbali, dove non esistono idonee e sufficienti uscite di sicurezza. Il personale del comando di polizia locale  attende una nuova esercitazione, sperando in un esito diverso. Per il momento si contano i danni. La Cub chiede serietà e trasparenza, soprattutto nelle attribuzioni delle responsabilità di questi fatti, poiché sulla sicurezza di chi lavora non si scherza.

Veronica Dalla Pria – Cub Pubblico impiego Vicenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *