Breaking News

Schio, on line i dati delle emissioni dell’inceneritore

Da oggi i dati sulle emissioni del termovalorizzatore di Ca’ Capretta, a Schio, saranno alla portata di tutti. Nell’ottica della massima trasparenza nei confronti dei suoi utenti, l’azienda Ava, Alto vicentino ambiante ha infatti inserito nel suo sito internet, un nuovo strumento di consultazione, che si chiama proprio “Emissioni online”.

Si tratta di uno strumento utile e di facile accesso che darò modo di consultare i dati che fanno riferimento a quanto viene rilevato giorno per giorno dai camini dell’impianto scledense, che è tenuto sotto costante monitoraggio, come prescritto dall’Autorizzazione integrata ambientale, è certificato secondo le norme Iso ed ha ottenuto la Registrazione Emas.

“I dati – si precisa in una nota -, che saranno disponibili il primo giorno lavorativo utile successivo alla validazione degli stessi da parte degli incaricati dell’azienda, sono i valori medi giornalieri registrati per ciascuna linea dell’impianto dai sistemi di analisi fumi in continuo, previsto dalla normativa e dalle autorizzazioni vigenti”.

“L’esigenza di dotarsi di questo nuovo strumento è il risultato di una serie di incontri, che ha portato alla riattivazione dell’Osservatorio permanente su innovazione, ecosostenibilità e criticità nel ciclo integrato dei rifiuti, un organo permanente di approfondimento e di studio sulle attività di prevenzione e di gestione dei rifiuti. Il nuovo regolamento revisionato da sindaci e amministratori dei Comuni soci prevede principalmente lo svolgimento di compiti quali il monitoraggio delle attività dell’impianto di termovalorizzazione, per verificarne l’impatto ambientale, lo studio degli interventi che permettano di ridurre e di prevenire la produzione di rifiuti e, infine, la ricerca e la valutazione di nuove tecnologie adatte a migliorare il sistema integrato di gestione dei rifiuti”.

L’Osservatorio è composto, per la parte politica, dal sindaco del Comune di Schio, Valter Orsi, e da sindaci e assessori dei Comuni di Thiene, Zugliano, Marano Vicentino, Chiuppano, Malo, Torrebelvicino, Tonezza del Cimone e Monte di Malo. Per la parte tecnica, invece, è stata prevista la nomina dei rappresentanti dell’Ulss 4 Alto Vicentino, di Arpav, di Legambiente, della Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Vicenza. Per la prima volta è stata inserita anche la partecipazione dell’Isde, Associazione medici per l’Ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *