Breaking News

“Schio Grande Teatro”, al via la nuova stagione

Al via, giovedì 10 novembre, la nuova stagione del Teatro Astra di Schio. Con il titolo “Schio Grande Teatro 2016-2017”, la stagione inizia con  la narrazione di una delle edizioni più controverse dei Giochi Olimpici, quella del 1936 nella Germania nazista, per una storia di sport, di uguaglianza e di guerra. Sarà Federico Buffa, già nota seconda voce delle telecronache Nba e già opinionista di Sky Sport, definito da Aldo Grasso un fenomenale storyteller, a condurre il pubblico al centro dello spettacolo “Le Olimpiadi del 1936”. Due ore di affabulazione in cui Buffa racconta storie di sport e storie di uomini, con le canzoni evocative di un’epoca in bilico tra il sogno e la tragedia e con le immagini rivoluzionarie di Leni Riefenstahl.

“Siamo a Berlino, nel 1936, – si legge nella presentazione dello spettacolo –  quando Hitler e Goebbels volevano trasformare le loro Olimpiadi, o quello che credevano che fossero le loro Olimpiadi, nell’apoteosi della razza ariana e del nuovo corso. Teoria che venne smascherata sul campo dalle vittorie di atleti neri: Jesse Owens con quattro medaglie d’oro nei 100, 200, salto in lungo e staffetta, Corneliuis Johnson e Dave Albritton, nel salto in alto, e dell’atleta coreano Sohn Kee-chung nella maratona, al quale era stato imposto di correre per i colori del Giappone che in quegli anni aveva invaso e annesso la Corea. Il tutto documentato in diretta dalla regista di Leni Riefensthahl la cui libertà creativa ha consentito di consegnare all’umanità le eccezionali immagini di queste Olimpiadi”.

“Mentre in quella stessa estate del ‘36 il mondo assisteva in colpevole silenzio alla tragedia della guerra civile spagnola, e la pace scricchiolava sull’asse Roma-Berlino-Tokyo, le Olimpiadi illuminavano il cielo con un’altra storia, forse la più incredibile. Due atleti giapponesi arrivarono primo e terzo alla maratona di Berlino. Alla premiazione, mentre ascoltavano l’inno, la loro testa era china. Non erano giapponesi, erano Coreani. Il vincitore Sohn Kee-chung, 52 anni dopo, portava dentro lo stadio di Seul la fiamma olimpica del 1988 indossando come una seconda pelle la maglia della sua nazione, la Corea”.

“Le Olimpiadi del 1936” è uno spettacolo che miscela differenti linguaggi teatrali per una narrazione civile che non trascura gli accenti tragicomici. In scena oltre Federico Buffa, che interpreta la parte di Wolfgang Fürstner, comandante del villaggio olimpico, i musicisti Alessandro Nidi, Nadio Marenco e la giovane cantante Cecilia Gragnani, personaggi evocati dal protagonista nel desiderio di poter rivivere quei giorni e quei luoghi della lontana estate del 1936. Per info e biglietti: info@teatrocivicoschio.it, www.teatrocivicoschio.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *