Più rapido l’iter per esporre insegne e indicazioni

Niente più lunghi e farraginosi procedimenti amministrativi, su tutto il territorio provinciale, per esporre insegne pubblicitarie o indicare la propria sede. Alla ricerca di un snellimento burocratico, Provincia di Vicenza e Vi.Abilità hanno infatti sostituito il provvedimento autorizzativo riguardante i mezzi pubblicitari ricadenti all’interno dei centri abitati del vicentino con una più semplice e veloce Segnalazione certificata di inizio attività (Scia), da presentare su specifico modulo scaricabile da internet (www.vi-abilita.it).

Una decisione che interessa circa novecento pratiche all’anno tra nulla osta e integrazioni e che, attraverso il principio del silenzio-assenso consentirà di ridurre a 30 giorni i tempi di risposta “consentendoci – sottolinea Cinzia Giaretta, amministratore unico di Vi.Abilità – di liberare risorse ed evitare che, a cascata, i tempi della Provincia sforino pesantemente”.

Nel concreto, le attività ricettive, tra le quali anche ristoranti, pizzerie, bar, ecc, quelle commerciali e ogni attività prospiciente le strade provinciali che intenda esporre la propria insegna, pubblicizzare un prodotto o anche indicare la direzione per raggiungerla, presenterà una semplice Scia tramite il Comune o lo sportello Suap di competenza. Decorsi 30 giorni dall’effettivo invio all’ufficio concessioni ed autorizzazioni di Vi.Abilità, se non vi è stata risposta, si potrà considerarne positivo l’esito (silenzio-assenso) e quindi, ottenuta la necessaria autorizzazione comunale, installare il mezzo pubblicitario richiesto.

“Un bel vantaggio – ha sottolineato il presidente della Provincia, Achille Variati, – non solo per imprese e cittadini, ma anche per i nostri uffici provinciali, che non saranno più oberati da una mole enorme di piccole pratiche e si potranno dedicare ad una migliore gestione di documenti di più complessa entità”. Presente anche il consigliere provinciale delegato alla Vi.Abilità, Renzo Marangon, il geometra Alberto Magnabosco ha ricordato che l’ufficio concessioni ed autorizzazioni di Vi.abilità s.p.a. ha studiato, sviluppato e predisposto l’apposita modulistica.

Va inoltre ricordato che la decisione interessa l’ambito della circolazione stradale, nel quale sono previsti vincoli rigidi per ogni opera che interferisca con la viabilità e la sicurezza e in cui è prevista la responsabilità delle autorizzazioni in capo all’ente proprietario della rete stradale, in questo caso la Provincia di Vicenza. “Il nuovo procedimento – è stato sottolineato – garantisce che siano rispettati i vincoli temporali imposti dalla recente normativa, visto che la documentazione da presentare deve comprendere progettualità di dettaglio in conformità al nuovo Codice della strada, le relative autodichiarazioni ed eventuali polizze a garanzia della corretta esecuzione delle opere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *