lunedì , 26 Luglio 2021

Marostica fa “Quattro passi nella storia”

Quattro interessanti appuntamenti dedicati agli appassionati di storia. Si tratta di “Quattro passi nella storia”, una rassegna ad ingresso libero promossa dall’assessorato alla cultura del Comune di Marostica e dedicata proprio alla storia locale. Attraverso il racconto e le testimonianze di autori e ricercatori, gli incontri, che si terranno nella Chiesetta San Marco, con inizio alle 20.30, intendono portare alla luce eventi poco noti o inediti.

In particolare, questa nuova edizione, che comincerà domani, venerdì 4 novembre, si propone di gettare uno sguardo nuovo sulla Prima guerra mondiale, attraverso l’interpretazione suggestiva e spesso originale anche di studenti ed artisti, impegnati in una originale visione del conflitto per proporre nuove letture del presente.

Il primo appuntamento prevede la presentazione del libro “Il prezzo dell’onore” di Paolo Volpato e Aldo Stevanin. Il volume racconta la storia della Brigata Sassari e dell’ottavo reggimento bersaglieri nelle vicende di Giovanni e Alberto Riva Villa Santa. Nelle pagine del libro si ripercorrono, attraverso i documenti conservati dalla famiglia, le esistenze dei protagonisti, calandosi nella vita italiana di inizio secolo, e provando a riviverne il quotidiano, esplorando gli ideali, i sentimenti e le sofferenze degli uomini e delle donne della famiglia Riva Villa Santa coinvolti nel turbine della guerra.

Venerdì 25 novembre, in occasione del secondo appuntamento della rassegna, verrà proiettato un documentario firmato dai ragazzi delle scuole media di Marostica che ha vinto il concorso “Il milite… non più ignoto”, promosso dall’Associazione nazionale Alpini, che invitava ad una riflessione sul Primo conflitto mondiale e ad una indagine storica e biografica sul monumento ai Caduti.

La presentazione di “La linea difensiva italiana sulle colline di Marostica nella Grande Guerra”, un libro di Alessandro Maroso che racconta nuove vicende della storia locale è in programma venerdì 2 dicembre. L’autore fa parte dell’Associazione ricercatori e amici della storia. Chiuderanno la rassegna, venerdì 16 dicembre, le poesie in musica per la pace di Caterina Consolaro e Laura Primon con la rappresentazione “La pace ferita” che vede la straordinaria partecipazione e testimonianza di un sopravvissuto battaglia Ortigara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità