Breaking News
Thiene, sventata truffa ad anziana con petardo

Falsi tecnici e incaricati in azione a Caldogno e Schio

Che si spaccino per tecnici di aziende o enti o non meglio precisati addetti del Comune, l’obiettivo è sempre lo stesso: rubare soldi a quelle persone che, in buona fede, aprono la porta e fanno entrare questi imbroglioni. A questo proposito, ad esempio, la società che gestisce l’acquedotto, la fognatura e la depurazione Acque Vicentine invita a prestare la massima attenzione a  possibili tentativi di truffa messi in atto da persone che si presentano nelle case come tecnici dell’azienda.

Questo avviso è stato diramato oggi, dopo la segnalazione di un episodio avvenuto a Caldogno. Nello specifico, un uomo, che si sarebbe spacciato per un dipendente della società, si è fatto aprire la porta di un’abitazione, con la scusa di dover controllare l’impianto dell’acqua ed ha derubato una signora.

“Acque Vicentine – precisa l’azienda – ricorda che il personale incaricato dei sopralluoghi è sempre dotato di apposito cartellino di riconoscimento e non richiede, in nessun caso, pagamenti diretti delle prestazioni. In caso di sospetti o di dubbi, si invita a contattare la società, al numero 800 397310 attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20 e il sabato dalle 8 alle 13, o ad avvisare le forze dell’ordine”.

Anche a Schio si sono verificati spiacevoli episodi di questo tipo. L’amministrazione scledense ha infatti reso noto che “nessuno è stato incaricato dal Comune o dal Consiglio di quartiere del Tretto a ritirare soldi per il nuovo trasporto presso strutture ospedaliere e ambulatoriali, attivo dal prossimo anno, al posto del Servizio Assistenza Tretto”. L’invito è dunque quello di diffidare da richieste di questo tipo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *