Breaking News

Bassano, Tomba ritira la Panda ma non si concede

Qualche settimana fa gli avevano rubato la macchina ed oggi è venuto riprendersela. Parliamo di Alberto Tomba, oggi a Bassano del Grappa in visita alla locale Compagnia dei Carabinieri proprio per portarsi a casa il veicolo che i ladri gli avevano preso il 7 novembre scorso, a San Lazzero di Savena, non lontano da Bologna, per poi usarlo, assieme ad altri mezzi anch’essi recuperati, per fare altri furti, prima di essere pizzicati dagli uomini dell’Arma di Bassano.

In realtà, l’auto rubata al campione appartiene soprattutto a sua madre, anche se è intestata a lui. Del resto pareva strano che un ex campione del modo, più volte oro olimpico ed ai suoi tempi certamente persona mondana, girasse in Panda. A parte questo comunque, ad attendere la bandiera dello sci italiano tra gli anni ’80 e ’90 c’erano, questa mattina, non pochi giornalisti, rimasti però molto delusi dalla poca disponibilità a concedersi di Tomba.

Ed anche questo non meraviglia, dato che ricordiamo tutti il non facile rapporto, talvolta il conflitto, che Tomba ha sempre avuto con i media. Incalzato dalle domande, ha fatto qualche battuta sui rumeni che gli hanno rubato l’auto e che sarebbe meglio che tornassero a casa loro, su certe abitudini degli stessi giornalisti, sul suo apprezzamento verso l’Arma dei Carabinieri, alla quale apparteneva. Nessun commento invece di carattere sportivo o di altro tipo, né risposte sulla sua vita attuale o sui progetti per il futuro. Insomma… molto rumore per nulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *