martedì , 27 Aprile 2021

Vicenza, Terna rimuove di 1,6 km di linee elettriche

Partite oggi, a Vicenza, nel quartiere San Pio X, le demolizioni di dieci tralicci risalenti agli ’60. I tecnici di Terna hanno infatti avviato le attività di demolizione durante una cerimonia presso il parco giochi di via Giuriato presieduta dal sindaco, Achille Variati, e dal direttore territoriale nordest di Terna Rete Italia, Dino Capotosti. Erano presenti tra gli altri, anche cinquanta alunni della scuola primaria Tiepolo e della scuola secondaria di primo grado Barolini, i rappresentanti della parrocchia di San Pio X e delle associazioni del quartiere.

Le demolizioni iniziate oggi fanno parte dell’intervento di razionalizzazione della città di Vicenza, per il quale Terna ha investito complessivamente 13 milioni di euro. Sono state rese possibili dall’entrata in esercizio, questa estate, dell’elettrodotto in cavo interrato 132 kV “SE Vicenza Monteviale – CP Vicenza Viale Pace” di circa dieci chilometri, e di un breve raccordo aereo 132 kV “SE Sandrigo – SC Fusinieri”, di appena 900 metri.

Il riassetto della rete elettrica della città, inserito nel protocollo di intesa del 2011 tra Terna, Comune di Vicenza e Aim, consentirà di rendere il servizio di trasmissione dell’energia più sicuro e adeguato all’incremento del fabbisogno energetico, cresciuto negli ultimi 20 anni di circa il 36% , e agli standard della qualità del servizio elettrico. L’intervento di oggi segna l’inizio dello smantellamento da parte di Terna di 1,6 chilometri della linea 132kV “Sandrigo – CP Vicenza viale Pace”, al quale seguirà la demolizione di altri 6,4 chilometri della linea “SE Vicenza Monteviale – CP Vicenza Viale Pace cd CP Pasubio”, per un totale di 54 vecchi tralicci eliminati.

Il completamento di tutte le attività di demolizione consentirà di restituire alla città dodici ettari di territorio, una superficie pari a 17 campi da calcio, e di recuperare 165 tonnellate di ferro e acciaio. Tutti i componenti dei tralicci, che raggiungono un’altezza massima di 40 metri, saranno consegnati a ditte specializzate, che provvederanno a smaltirli e reimmetterli nel ciclo produttivo.

“Dedico la demolizione del primo traliccio da parte di Terna – ha commentato Variati -, simbolo di un impegno portato avanti con il quartiere e il territorio, ai bambini che rappresentano il futuro di Vicenza e che invito ad impegnarsi per rendere la città sempre più bella e più sana . Negli ultimi anni Terna ha avviato un importante lavoro di riassetto della rete elettrica cittadina che oltre ad assicurare la risposta ai consumi porterà progressivamente all’eliminazione di una cinquantina di tralicci con benefici per tutto il territorio, mentre un’altra cinquantina sarà smantellata prossimamente da Aim”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità