Breaking News

Vicenza, restituita alla città la Cappella del Rosario

Oggi, 7 ottobre, ricorre il 445esimo anniversario della Battaglia di Lepanto (1571), vinta dai Veneziani sui Turchi dopo aver invocato la protezione della Vergine che recita il Rosario, nella chiesa di Santa Corona, a Vicenza. Ebbene, sempre oggi ha riaperto al pubblico, dopo un complesso intervento di restauro, proprio quella Cappella del Rosario che ora commemora lo storico avvenimento. Per quanto riguarda i lavori eseguiti sulle tele del ciclo decorativo di Alessandro Maganza, sono stati rimossi i depositi di polvere, le ossidazioni e le vernici alterate, che offuscavano la superficie delle tele.

Sono stati poi asportati i rifacimenti incongrui o invasivi, mettendo in luce la pittura originale. Nei rari casi in cui si è verificata la perdita della pellicola pittorica, ci si è limitati invece ad alleggerire le ridipinture per salvaguardare l’integrità dell’immagine. L’opera di restauro, durata un anno e mezzo non ha interessato solo i trentaquattro dipinti ad olio su tela, ma anche 144 cornici dorate modanate e 49 costoloni lignei intagliati.

La Cappella del Rosario della chiesa di Santa Corona è stata eretta dalla Confraternita del Rosario per commemorare, come detto, la vittoria di Lepanto ed è stata realizzata dalla bottega degli Albanese. “Il ricco apparato decorativo – spiega una nota di Palazzo Trissino – che rivestiva le pareti laterali e l’intradosso della volta della Cappella è stato eseguito tra il 1613 e il 1621 da Alessandro Maganza e dalla sua bottega, ed è composto da 34 tele suddivise, nel soffitto, da lacunari lignei con decorazioni dorate”.

“I dipinti nelle pareti laterali celebrano il miracoloso intervento della Vergine nel corso della battaglia di Lepanto, che vide la flotta della Serenissima vincere contro i Turchi: la “Lega contro il Turco”, di Giambattista Maganza e il “Trionfo di Sebastiano Venier”, di Alessandro Maganza. Ai lati di queste due opere si trovano le storie dell’infanzia di Maria e nell’attico sono raffigurati altri episodi della vita della Vergine. Il soffitto è suddiviso in quattro fasce di lacunari lignei con decorazioni dorate, entro i quali sono disposte le tele”.

La chiesa di Santa Corona è aperta da martedì a domenica dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18. Il sabato chiude alle 17 e riapre alle 17.30 per la Santa Messa (l’ingresso durante le celebrazioni religiose è gratuito). Il biglietto d’ingresso (3 euro, ridotto a 2 euro, scuole 1 euro) si può acquistare nelle biglietterie del Teatro Olimpico o di Palazzo Leoni Montanari. Le visite sono sospese durante le funzioni religiose.

“La Cappella del Rosario – ha spiegato il sindaco, Achille Variati – viene restituita a Vicenza con tutti i suoi 34 dipinti e le decorazioni lignee e per questo porgo un ringraziamento da parte della città al marchese Roi che attraverso la Fondazione Roi ha reso possibile la restituzione di questo luogo prezioso intriso di fede mariana”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *