lunedì , 26 Aprile 2021
Il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi
Il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi

Vicenza incontra Enrico Rossi. E’ già il dopo Renzi?

Che si stia preparando il dopo Renzi in Italia? E’ una domanda che sa un po’ di retorica in verità, perché in effetti sembra che sia proprio così, e che almeno metà della classe politica Italiana abbia cominciato a lavorarci concretamente già da un pezzo. Comunque, un piccolo segnale si sta manifestando in questo periodo, già nei prossimi giorni in realtà, quando arriverà in Veneto il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, candidato alternativo a Renzi per la guida del Partito Democratico.

Rossi presenterà il suo libro dal titolo “La rivoluzione socialista” in vari appuntamenti nella regione, ed anche a Vicenza, a villa Tacchi, in viale della Pace 89. L’incontro di Rossi con i vicentini si terrà  sabato 15 ottobre, alle 18, e ad intervistarlo ci sarà Stefano Ferrio. Il tutto con l’organizzazione del Partito Democratico di Vicenza. Laureato in Filosofia a Pisa con una tesi sulla filosofa dissidente ungherese Agnes Heller, Rossi è stato sindaco di Pontedera e assessore regionale alla sanità. Ha pubblicato anche i libri “Viaggio in Toscana” (Donzelli, 2014) e “Italia centrata” (Quodlibet, 2016) dedicato ai temi del nuovo regionalismo e all’idea della macroregione Toscana-Umbria-Marche.

E’ nato a Bientina, 58 anni fa, da una famiglia operaia. Presidente della Regione Toscana dal 2010, durante il suo mandato ha varato numerose azioni, tra cui il progetto “Giovani Si”, pensato per favorire l’autonomia dei giovani, il piano “Toscana Solidale”, la spending review regionale, il piano paesaggistico, il piano di riordino della sanità toscana. Nel 2014, secondo un sondaggio Datamedia, è risultato il governatore di Regione più amato con una percentuale di gradimento da parte dei suoi cittadini pari al 56,5 per cento. Nel 2015, è stato rieletto alla guida della Toscana. Nel gennaio del 2016 ha annunciato la sua candidatura alla segreteria nazionale del Partito Democratico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità