Breaking News

Vicenza, chiazza oleosa sul Retrone. Arpav all’opera

Un leggero strato di idrocarburi ha dato bella mostra di sé oggi sulla superficie delle acque del fiume Retrone, a Vicenza. Comparso questa mattina intorno alle 8 e trasportato con una certa rapidità dalla corrente, è giunto ben presto giunto fino al centro storico della città, ben visibile all’altezza di ponte San Michele.

chiazza-retrone-vertiI tecnici e gli esperti dell’assessorato alla progettazione e sostenibilità urbana del Comune di Vicenza, assieme al personale tecnico della Arpav, l’agenzia regionale veneta per l’ambiente, hanno lavorato per varie ore con lo scopo di arginare lo sversamento, che è stato molto probabilmente di origine dolosa ed è avvenuto poco più a monte di strada della Colombaretta, nel territorio comunale di Altavilla Vicentina.

“Appurato che non si tratta di una situazione preoccupante – ha spiegato, in una nota diffusa questa mattina, il Comune di Vicenza – è stato comunque subito richiesto l’intervento di una ditta specializzata, che sta operando con la posa di salsicciotti, per circoscrivere la diffusione degli idrocarburi, e con l’aspirazione dei liquidi inquinanti”.

Al lavoro sul luogo dell’inquinamento ci sono anche i vigili del fuoco, mentre in mattinata, gli uomini della polizia locale hanno risalito il corso del fiume, giungendo fino a Creazzo, per individuare il punto di origine dello sversamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *