Vicenzavicenzareport

Vicenza, carabinieri sempre all’erta a Campo Marzo

Non si allenta l’attenzione dei carabinieri di Vicenza su Campo Marzio e sulle zone limitrofe.  Ieri infatti, anche grazie al fiuto del cane Cyr, dell’unità cinofila dell’Arma di Torreglia, i carabinieri hanno setacciato l’area palmo a palmo trovando, tra la vegetazione, oltre un etto e mezzo di marijuana, già suddivisa e pronta per lo spaccio. Identificati anche tutti coloro che bivaccavano nell’area verde. Durante i controlli sono emerse diverse violazioni penali che hanno portato alla denuncia di 4 persone.

I primi a cadere nella rete dei militari sono stati D.G., un veneziano 42enne, e M.K., veneziana di 34 anni. I due, alla richiesta dei documenti da parte degli uomini dell’Arma, si sono rifiutati di esibirli e di declinare le loro generalità. Identificati negli uffici di via Muggia, dovranno rispondere di rifiuto di indicazione sull’identità personale. Poco distante, l’attenzione dei militari è caduta su un volto noto ai carabinieri per i suoi numerosi precedenti penali. Si tratta di P.M.D. rumena 29enne, gravata da foglio di via obbligatorio da Vicenza, sorpresa nuovamente nel territorio Berico.

Durante il controllo di polizia, qualche giovane ha tentato di allontanarsi a bordo di bicicletta. Tra questi M.L. catanese 19enne che è stato accusato di ricettazione proprio a causa del suo mezzo di fuga. La bici in questione infatti è risultata rubata pochi giorni prima nell’area adiacente alla stazione ferroviaria. Mentre procedevano i controlli in Campo Marzio, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile controllavano numerosi conducenti di autovetture in transito nelle zone limitrofe, per accertare l’eventuale guida sotto l’effetto di alcool.

Sono stati denunciati e privati della patente di guida, R.M., marocchino 23enne sorpreso alla guida della sua Fiat Punto con tasso alcolico pari a 1,70 gr/l; S.A. padovano 51enne che guidava una Ford Focus con tasso alcolico pari a 2,04 g/l, e C.M. vicentino 31enne sorpreso alla guida della sua utilitaria con tasso alcolico pari a 1,88 gr/l. Procedono infine anche i controlli dei carabinieri e negli istituti scolastici, sempre per contrastare il fenomeno dello spaccio di stupefacenti tra i più giovani.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button