Sport

Vicenza asfaltato dall’Entella. Lerda in bilico

Il Vicenza viene travolto dal poker dell’Entella e la luce in fondo al tunnel della crisi non si vede. Anzi, va in scena il pomeriggio forse più nero per la squadra biancorossa, che torna negli spogliatoi con quattro gol sulle spalle ed accompagnata da una pioggia scrosciante sotto la quale i liguri hanno invece festeggiato. Una brutta partita quella giocata oggi, a Chiavari, dai ragazzi di Lerda, inesistenti nel primo tempo e, a tratti, ma solo pochi, vivaci nella ripresa. Quanto all’allenatore, subito dopo la partita hanno cominciato a girare voci di un suo esonero, con tanta insistenza che già si fanno i nomi di possibili successori. In pole position sembra esserci Alberto Bollini, ma non è il solo nome che circola dato che ricorrono anche quelli di Angelo Gregucci, Christian Panucci e Gianluca Atzori. Non si esclude un annuncio della società già nelle prossime ore.

Venendo alla cronaca della partita di oggi, i liguri hanno dominato tutto il match creando non pochi problemi ai biancorossi che non si sono mai presentati dalle parti di Iacobucci se non in occasione del gol. Nel in apertura del secondo tempo infatti, sul 2-0, i biancorossi riescono ad accorciare le distanze e riaprire la partita, ma poi i biancocelesti dilagano. Un risultato che lascia l’amaro in bocca e propone tante riflessioni per il futuro biancorosso, visto che oggi in campo la squadra non si è vista.

Si mette subito male per il Lane quando al 9′ Cutolo calcia una punizione sul secondo palo e Ceccarelli di testa trafigge Benussi. Dopo il gol dell’Entella, per il Vicenza non c’è storia. I liguri, con un Cutolo in grande spolvero, creano problemi continui agli avversari e sfiorano il raddoppio già al 23’, con Caputo, che però non aggancia la palla servita da Pellizzer. I biancocelesti continuano ad attaccare, sono i tanti i cross che attraversano l’area ospite e quello vincente arriva al 29′: Cutolo si libera di Urso al limite dell’area e lascia rimbalzare il pallone, poi con una cannonata infila la sfera in rete, dove Benussi non può arrivare.

Anche dopo il doppio vanatggio i liguri non si fermano, con Cutolo che serve l’ennesimo pallone in area e Pellizzer che non ci arriva per poco. La squadra di Lerda, non pervenuta in quarantacinque minuti, si fa vedere per la prima volta al 44′ con Raicevic che superato Pellizzer prova il diagonale, la palla termina di poco a lato.

La ripresa si apre con il gol del Vicenza. Al 47′ Galano appoggia per Raicevic che fa buona guardia del pallone e serve Siega, tutto solo sul secondo palo, che deposita in rete. La gara è così riaperta. I biancorossi prendono coraggio e, a differenza del primo tempo, si fanno vedere dalle parti di Iacobucci. A nulla serve però il carattere dei veneti che si fanno presto di nuovo sottomettere dai padroni di casa. Al 70′ un cross millimetrico di Belli pesca Caputo in area, che infila il pallone all’incrocio dei pali. Il quarto gol non tarda ad arrivare e, al 78’, su un ribaltamento di fronte Tremolada trafigge Benussi. È costretto così a difendere fino alla fine il Lane, che davanti a sé ha una squadra affamata di gol.

VIRTUS ENTELLA-VICENZA 4-1

VIRTUS ENTELLA (4-3-1-2): Iacobucci; Iacoponi, Ceccarelli (79′ Benedetti), Pellizzer, Sini; Belli, Troiano, Palermo (54′ Havlena); Cutolo (62′ Tremolada); Masucci, Caputo. A disp.: Paroni, Keita, Di Paola, Mota, Beretta, Djily Diaw. All. Breda

VICENZA (4-2-3-1): Benussi; Pucino, Esposito, Adejo, Bianchi (59′ Di Piazza); Signori, Urso; Vita (46′ Fabinho), Siega, Galano; Raicevic (74′ Cernigoi). A disp.: Vigorito, Bogdan, Bellomo, Fontanini, Orlando, H’Maidat. All. Lerda

ARBITRO: Mainardi di Bergamo.

MARCATORI: 9′ Ceccarelli (V.E.), 29′ Cutolo (V.E.), 47′ Siega (V), 70′ Caputo (V.E.), 78′ Tremolada (V.E.)

NOTE: pomeriggio piovoso, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Bianchi, Siega, Fabinho (V), Troiano (V.E.) tutti per gioco scorretto. Recupero: pt 1′, st 3′.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button