Breaking News

Vicenza accende le luci su Palazzo Chiericati

Uno spettacolo di videomapping proiettato sulla facciata di palazzo Chiericati darà il via questa sera, a  Vicenza, ai festeggiamenti e alle aperture gratuite del week end per la rinnovata Ala Novecentesca dell’edificio palladiano, sede della Pinacoteca civica. “Dalle 21 alle 23, e sabato dalle 19 alle 23, si potrà assistere da piazza Matteotti – spiega in una nota il Comune di Vicenza – ad un vortice sensoriale ottenuto mediante la fusione tra elementi tridimensionali e gigantesche riproduzioni delle opere esposte nella pinacoteca, sincronizzate al sound design appositamente creato per sottolineare la potenza scenica delle immagini proiettate sulla facciata. Il tutto realizzato da Zebra Mapping”.

“Invito i vicentini – ha detto il vicesindaco e assessore alla crescita Jacopo Bulgarini d’Elci – a venire all’inaugurazione dell’Ala Novecentesca, riallestita in un’ottica completamente nuova, tipica dei più importanti e moderni musei europei. Con l’apertura gratuita del fine settimana i cittadini potranno immergersi nella scoperta delle meraviglie del museo ritrovato. Inoltre scendendo negli interrati, da sabato alle 19, potranno ammirare anche l’emozionante mostra con le suggestive immagini ispirate alla Grande Guerra. Il Chiericati, da oggi, assume in modo pieno il ruolo anche didattico del museo civico, ovvero di luogo dove avvicinarsi alla cultura, alla bellezza, alla storia”.

I visitatori della pinacoteca, che da oggi avrà una nuova veste, potranno così godere di un suggestivo evento prima di visitare il museo, oggi accessibile gratuitamente dalle 21 alle 24 (ultimo ingresso alle 23.30), domani, dalle 9 alle 17 (ultimo ingresso alle 16.35) e 19 alle 24 (ultimo ingresso 23.30), e domenica 9 dalle 9 alle 17. Da da domani, sabato 8 ottobre ,dalle 19 e fino alle 24 (ultimo ingresso 23.30), sarà inoltre possibile scendere negli interrati del palazzo per ammirare “Ferro, Fuoco e Sangue! Vivere la Grande Guerra”, la mostra fotografica di Giuliano Francesconi che saprà suscitare forti emozioni attraverso gli scatti che immortalano i frammenti di oggetti utilizzati durante il primo conflitto mondiale.

Negli stessi giorni si potranno vedere gratuitamente anche le tre opere di Giovanni Bellini incluse nell’itinerario appositamente realizzato in occasione del cinquecentenario della morte dell’artista: il Crocifisso Niccolini di Camugliano (in prestito dalla Banca Popolare di Vicenza), a Palazzo Chiericati (nelle sale del pianterreno); il Battesimo di Cristo, nella chiesa di Santa Corona; la Trasfigurazione di Cristo (in prestito dal museo Capodimonte di Napoli) alle Gallerie d’Italia Palazzo Leoni Montanari. Tutte le opere dell’Itinerario Bellini saranno visitabili anche nei giorni successivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *