La felpa usata da Filippi il giorno della rapina

Tradito da una felpa, lo arrestano per rapina

Lo scorso 18 settembre si sarebbe reso responsabile di una rapina a mano armata a Zanè, ed oggi, con questa accusa, Nicola Filippi, 30 anni, di Villaverla, con precedenti è stato arrestato dai carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Thiene. A condurre fino a lui è stata una felpa, con disegni particolari, che l’autore della rapina indossava quel giorno.

Nicola Filippi
Nicola Filippi

L’episodio che ha portato all’arresto ha avuto inizio, come detto, nella notte del 18 settembre scorso, quando un uomo entrò nella sala Golden slot di via del Corso, a Zanè, con in mano una pistola. In quel momento all’interno del locale c’era una giovane dipendente. Il rapinatore le intimò di consegnare tutti i soldi presenti nel registratore di cassa e poi fuggì con un bottino di duemila euro in contanti. In quell’occasione il rapinatore aveva agito con il volto parzialmente travisato da un casco, ma è stato anche possibile lavorare soprattutto sulla felpa che indossava.

L’indumento è stato trovato nell’abitazione del trentenne, dopo una perquisizione domiciliare, ed è stato subito collegato alla rapina in quanto presentava disegni particolari facilmente distinguibili nelle immagini delle telecamere di videosorveglianza. L’arrestato si trova ora agli arresti domiciliari, mentre un eventuale complice, che potrebbe aver agito insieme a lui, non è ancora stato identificato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *