Breaking News
I volontari della Protezione civile impegnati in una esercitazione
I volontari della Protezione civile impegnati in una esercitazione

Esercitazione della Protezione civile a Thiene

Domenica il parco di Villa Fabris, a Thiene, si trasformerà in un campo di prima emergenza. Per fortuna, però, si tratta solo di una esercitazione. Fin dalle 8 del mattino, infatti, il gruppo locale di volontari della Protezione civile sarà impegnato nella simulazione dell’allestimento di un campo base, un insediamento abitativo in emergenza.

Uomini e donne con indosso la tuta gialla d’ordinanza tracceranno nell’area verde del parco (zona che il piano di sicurezza comunale ha individuato come uno dei teatri possibili per la predisposizione di un campo base), le sagome dei volumi, vale a dire le tende per la zona mensa e per i volontari, i vani tecnici, i bagni, per rendersi conto come potrebbe essere, in caso di un evento reale, il lavoro di preparazione del campo.

Ma la scelta di effettuare questa esercitazione nel centro della città ha anche lo scopo di avvicinare le persone al mondo della Protezione civile. “L’augurio – ha infatti sottolineato l’assessore – è quello che le persone, vedendo il gruppo di volontari al lavoro, si incuriosiscano, chiedano informazioni, anche per capire in cosa consiste questa forma di volontariato e decidere, magari, anche di entrare a fare parte del gruppo”.

Un gruppo che, ad oggi conta circa una ventina di iscritti e le richieste, da parte dell’amministrazione, di operare nel territorio sono numerose. In tempo di pace, la Protezione civile offre infatti supporto in occasione di manifestazioni e durante la rassegna al Teatro comunale, dove è presente in caso ci fosse la necessità di evacuare lo stabile in tempo rapido ed ordinato. Ancora si occupa di controllo e di primo soccorso durante le grandi concentrazioni di masse in centro storico e inoltre, in tema di sicurezza idrogeologica del territorio, i volontari svolgono una costante attività di monitoraggio delle rogge, per controllare che i punti critici siano in ordine, o valutare se ci sia necessità di intervenire.

Tornando alle esercitazioni, quella di domenica segue l’esercitazione distrettuale del 28 e 29 maggio scorso a Sarcedo, che ha visto impegnati circa sessanta persone, otto delle quali hanno anche compiuto un’attività notturna in esterno.

Per finire, entro la fine dell’anno verrà costituito formalmente il distretto di protezione civile, all’interno della rete dei tredici comuni che ne fanno parte, vale a dire Thiene, Sarcedo, Zugliano, Chiuppano, Carrè, Dueville, Bressanvido, Marano, Zanè, Villaverla, Montecchio, Sandrigo e Malo. In concreto, il distretto permetterà una visione organica della protezione civile sul territorio e comporterà una condivisione dei gruppi di volontari, una loro collaborazione più stretta in esercitazioni o in altre azioni e una più puntuale condivisione delle attività in caso di emergenza.

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *