Sport

Rugby, pareggio del Bassano a Castelfranco

È una squadra dai due volti, il Rugby Bassano 1976, che è uscito dal campo di Castelfranco Veneto con due punti, frutto del 15-15 maturato domenica pomeriggio al termine del match contro il Castellana Rugby di Castelfranco Veneto. I giallorossi di coach Segafredo hanno iniziato bene la gara delle 15.30, in programma per la terza giornata del campionato nazionale di rugby di serie C1, girone A, Poule 2, ma poi sono calati. Nel finale, però, è arrivata una reazione importante che ha permesso loro di agguantare il pareggio.

Bassano scende in campo con diverse assenze, capitan Zalunardo su tutti, ma non per questo l’inizio è deludente. Al nono minuto, però, arriva una tegola: Filippucci è costretto ad abbandonare la partita, a causa di un taglio al mento. Al ventesimo il Castellana passa in vantaggio con un piazzato, 3-0, ma dopo appena tre minuti i giallorossi riportano il risultato in parità, 3-3, grazie Ganassin. Alla mezz’ora, dopo un’azione insistita, la squadra di coach Segafredo sfonda la resistenza avversaria e Simonetto schiaccia il pallone a terra per la meta del 3-8, con Ganassin che allunga portando a 10 i punti del Bassano, 3-10.

Nella seconda parte dell’incontro la difesa giallorossa traballa e i padroni di casa ne approfittano andando in meta al termine di una discesa che da sinistra, con gran velocità, si sposta sul lato opposto e regala al Castellana Rugby il pareggio, 10-10. Subito dopo è ancora il Castellana a spingere e a portarsi sul 15-10, un passivo che potrebbe essere più pesante se solo i trevigiani fossero più precisi. Alla mezz’ora, però, Ganassin vola centralmente, evitando quattro avversari, e sigla il 15-15. Di piede i giallorossi non allungano, ancora qualche errore da entrambe le parti e la gara si conclude con un pareggio.

“Era una partita da vincere – ha commentato a caldo l’allenatore del Bassano, Andrea Segafredo – e il pareggio ci sta un po’ stretto. Come attenuante non dobbiamo dimenticare le molte assenze e il ko dopo pochi attimi di Filippucci, ma al tempo stesso faccio un plauso ai ragazzi che sono riusciti a riprendere un match che non si era messo benissimo. A volte abbiamo cercato troppo l’individualità. Puntare di più sulla squadra e sul collettivo ci permetterà di fare un necessario balzo in avanti, in vista della trasferta di domenica prossima contro Montebelluna”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button