Breaking News

Ospedale Santorso, sindaco di Schio chiede chiarezza

Ospedale di Santorso di nuovo al centro dell’attenzione per la questione delle pensiline che sarebbero state installate nel perimetro dell’edificio “per mettere in sicurezza il transito delle persone da cadute dei vetri di rivestimento della struttura”. E’ il sindaco scledense, Walter Orsi, ad aver ora preso carta e penna per scrivere una lettera  a Giorgio Roberti, direttore generale dell a Ulss 4, e a Robertino Cappozzo, presidente della Conferenza dei sindaci.

Valter Orsi
Valter Orsi

Orsi vuole chiarezza sulla questione manutenzione della struttura e sulla questione delle vetrate dell’ospedale, in particolare “sul paventato arbitrato tra Ulss 4 e privati sugli interventi per la loro messa in sicurezza
”.
 Da informazioni acquisite, con regolare accesso agli atti, da parte di Francesco Motteran, delegato dal sindaco a seguire il tema del project financing, sono infatti emersi dettagli che portano la questione su temi di “Responsabilità del privato”,

“Infatti – sottolinea il sindaco – anche le pensiline installate nel perimetro della costruzione ospedaliera risultano realizzate non per riparare dalle intemperie, ma per mettere in sicurezza il transito delle persone da una accidentale caduta dei vetri di rivestimento della struttura. Ne emerge quindi un chiaro intento riparatorio nei confronti della costruzione realizzata dal privato, che mette in luce pericolosità ben delineate”.

“Il tema del project financing – aggiunge Orsi – rimane per questa amministrazione un punto saliente che va approfondito e vanno chiarite le tante parti grigie che possono determinare aumenti di costi per le casse pubbliche, cosa inammissibile. Questa mancanza di responsabilità e il vortice di incarichi interni alla Ulss 4 sono ingiustificabili. Questo ed altri temi sono all’interno di una serie di approfondimenti effettuati, e che continueranno, che stanno portando alla luce elementi di grande interesse per la gestione della risorsa pubblica ed il rapporto col privato”.

“
Parimenti – ha infine concluso il sindaco – l’amministrazione comunale è sempre attenta al mantenimento e al miglioramento dei servizi socio sanitari erogati. 
Questo approccio vuole mostrare come stiano cambiando le cose, non solo all’interno della guida della Ulss, ma anche dall’avvento della nostra amministrazione. Chi ha costruito l’immobile deve essere responsabile per ciò che ha fatto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *