mercoledì , 28 Aprile 2021

Maltempo in arrivo. C’è anche il rischio idrogeologico

Un’ondata di maltempo particolarmente intensa sta per interessare il Veneto. Una vasta perturbazione ha infatti raggiunto l’Italia in queste ore interessando il nord ovest del paese. Lentamente si sposterà verso est, quindi è di fatto allerta maltempo sulla nostra regione a partire dal mattino di domani. E puntuale arriva l’avviso del Centro funzionale decentrato della Protezione civile della Regione che ha ha emesso lo Stato di attenzione e lo Stato di preallarme per criticità idraulica e idrogeologica in molti bacini idrografici del territorio.

L’allerta è valida dalle 8 di domani, venerdì 14 ottobre, alle 8 di domenica 16 ottobre. Nello specifico, la previsione parla di tempo perturbato, con una fase più intensa tra la mattinata di venerdì e la mattinata di sabato 15. Precipitazioni estese, anche forti e persistenti su zone centrosettentrionali del Veneto, con rovesci e locali temporali più probabili dalla sera di venerdì. Limite neve in prevalenza oltre i 2700 metri.

Una previsione che impone anche attenzione sul fronte idraulico e idrogeologico, quindi i fiumi sono da tenere sotto controllo per pericolo di allagamenti. In particolare, lo stato di attenzione sulla rete idraulica principale è dichiarato nei bacini Piave-Pedemontano; Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone; Basso Brenta-Bacchiglione; Basso Piave,-Sile-Bacino Scolante in Laguna; Livenza-Lemene-Tagliamento.

Lo stato di attenzione sulla rete idrogeologica invece è dichiarato nei Bacini Alto Piave; Po-Fissero-Tartaro-Canal Bianco-Basso Adige; Basso Brenta-Bacchiglione; Basso Piave-Sile-Bacino Scolante in Laguna; Livenza-Lemene-Tagliamento. Infine, lo stato di preallarme per criticità idraulica e geologica è dichiarato nei Bacini Piave-Pedemontano; Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone; Adige-Garda e Monti Lessini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità