lunedì , 26 Aprile 2021

Un concorso stellato al Master della cucina italiana

Un’iniziativa che si rifà ai famosi talent televisivi e che dà la possibilità, a due dei nove neo diplomati degli istituti alberghieri veneti messi alla prova, di prendere posto al Master della cucina italiana gratuitamente, attraverso due borse di studio. Si tratta di “Chef Talent”,  promosso da Esac formazione, realtà che fa riferimento a Confcommercio Vicenza, ed è certo una ottima possibilità che viene data a due giovani aspiranti cuochi.

Coloro che passeranno la selezione, che si terrà venerdì 21 ottobre, potranno frequentare il corso nel quale insegnano alcuni dei più noti chef stellati italiani, tra i quali, per citare nomi delle passate edizioni, Massimiliano Alajmo, Heinz Beck, i cui ex-allievi riescono, nella maggior parte dei casi, a conquistarsi un posto di lavoro nell’alta cucina, come dimostrano i casi di Giulio Martin e di Daniele Scopel, assunti nella “brigata di cucina” dell’Osteria Francescana di Modena, dello chef Massimo Bottura, incoronato nei mesi scorsi come il numero uno al mondo della prestigiosa classifica “The World’s 50 Best Restaurants”.

Provengono dalle provincia di Venezia, Padova, Verona, Vicenza, Treviso, ma anche da Pordedone e Trieste. Sono i nove neo diplomati degli istituti alberghieri del Veneto, che domani, al Centro formazione Esac di Creazzo, si contenderanno due borse di studio per partecipare ad uno dei corsi di alta formazione per cuochi più ambiti in tutto il panorama nazionale. Proprio per il  prestigio del master, le richieste pervenute sono molte. Due posti sono, però, di diritto riservati ai migliori neodiplomati segnalati dagli istituti alberghieri del Veneto. I partecipanti saranno chiamati a realizzare tre piatti tipici della cucina italiana, che verranno valutati da una qualificata giuria.

I nomi in gara domani sono: Lisa Bianchini, dell’istituto Barbarigo di Venezia, Martina Manente, dal Cornaro di Jesolo, Davide Martini, diplomato all’Almerico Da Schio e Alberto Laghetto, dall’Artusi di Recoaro Terme. Dagli istituti trevigiani Edoardo Lison, diplomatosi al Maffioli di Castelfranco Veneto e Renè Rossi, proveniente dall’Alberini di Villorba. Dagli istituti bellunesi arrivano, invece, Sebastiano Avvisati, del Polo Valboite di Cortina d’Ampezzo e Roberta Milani, neo diplomata del Dolomieu di Longarone e, infine, dall’istituto Berti di Verona il diplomato Claudio Dominguez. Gli allievi accederanno a cinque mesi di lezioni nelle cucine, nei laboratori e nelle aule dell’Esac di Creazzo, a cui seguiranno quattro mesi di tirocinio in ristoranti stellati italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità