Breaking News

Caldogno, 37enne muore in palestra per un malore

Morire a 37 anni stroncato da un infarto, in una palestra pubblica, durante un allenamento. E’ un destino crudele, del quale talvolta si è costretti a dar conto, ed è quello che è successo ieri sera, a Caldogno. Non vi è certezza per ora sul fatto che si sia trattato davvero di un attacco cardiaco, quel che è certo è che Simone Montieni, consulente informatico di Caldogno ed appassionato sportivo, è morto così, accasciandosi improvvisamente a terra durante un allenamento di fit boxe.

E’ sucesso nei locali del centro sportivo Moss, di via Torino, verso le 19.30. Immediati sono stati anche i soccorsi, sia i primissimi, prestati da chi si trovava nella palestra, sia quelli del personale sanitario del Suem 118, i cui uomini sono giunti nell’impianto sportivo subito dopo aver ricevuto l’allarme. Si è tentato di rianimare Montieni con un defibrillatore ma ogni sforzo è stato inutile. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri, per i rilievi previsti dalla legge.

A questo proposito va sottolineato che Montieni non presentava patologie particolari e si sottoponeva, facendo sport con assiduità, a regolari controlli. Oltre alla palestra, praticava surf e nuoto. Non vi sarebbero comunque responsabilità nella sua morte, ma potrebbe essere disposta l’autopsia in considerazione dell’età della vittima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *