domenica , 12 Settembre 2021

Atti vandalici per la noia. Tre ragazzine nei guai

Avrebbero agito per vincere la noia le tre ragazzine di tredici anni, ritenute responsabili di tentato furto, invasione di edificio e danneggiamento della loro scuola. La banda delle “ragazzine terribili”, così soprannominate dai carabinieri di una stazione del Basso Vicentino, luogo in cui sono avvenuti i fatti, sono state segnalate alla Procura per i minorenni.

Le indagini dei carabinieri hanno permesso di accertare che nelle scorse settimane le ragazze, in più occasioni, dopo aver danneggiato un infisso, si sono introdotte all’interno della scuola da loro frequentata, rovistando nei vari locali, addirittura tra gli effetti personali dei loro insegnanti, e girando anche nelle classi.

Come se non bastasse le tredicenni hanno anche appiccato il fuoco a del materiale di scarto presente nel cortile, accantonato in attesa di essere smaltito. Il comportamento delle ragazzine sarebbe da attribuire, come loro stesse avrebbero riferito davanti ai genitori, alla noia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità