martedì , 27 Aprile 2021

Armi in Italia, il punto in un incontro a Vicenza

Le armi in Italia, la loro produzione e la diffusione, sarà questo il tema al centro del convegno in programma a Vicenza domani, giovedì 20 ottobre, alle 15, nella sala Stucchi di Palazzo Trissino. L’incontro, dal titolo “Le armi comuni in Italia e nell’Unione Europea: dati analisi e prospettive” è organizzato dal Comune di Vicenza e vuole portare all’attenzione del pubblico informazioni e dati a livello nazionale ed europeo con particolare attenzione alla sicurezza pubblica.

A introdurre i lavori sarà il vicesindaco e assessore alla crescita Jacopo Bulgarini d’Elci, al quale  seguirà l’intervento del prefetto di Vicenza Eugenio Soldà che parlerà del tema “La normativa italiana sul porto d’armi e sulle esportazioni di armi comuni” fornendo alcune definizioni e una classificazione nella legislazione nazionale. Illustrerà, quindi, le autorizzazioni di polizia, le competenze del prefetto in materia e alcuni dati sulle autorizzazioni di porto di pistola per difesa personale.

Il questore Gaetano Giampietro parlerà poi del tema “La normativa sulla detenzione e diffusione delle armi comuni in Italia” con dati su licenze, limitazioni e sulla disciplina recente in tema di caccia. Sarà poi la volta di Giorgio Beretta, analista dell’Osservatorio permanente sulle armi leggere (Opal) di Brescia, che darà dati sulle esportazioni dall’Italia e dai paesi dell’Unione Europea con dati e informazioni su tipologie, direttive, controlli, monitoraggio, trasparenza, riservatezza, trend esportativi e paesi destinatari.

Nicola Perrotti, vice presidente dell’Associazione nazionale produttori di armi e munizioni sportive e civili (Anpam), tratterà poi il tema “La produzione di armi comuni da sparo e relativo munizionamento in Italia con dati statistici, distretti produttivi, impatto economico e occupazionale”. Segirà l’intervento di Matteo Marzotto, presidente della Fiera di Vicenza, che presenterà la fiera Hit Show illustrandone caratteristiche, specificità e obiettivi.

Concluderà i lavori il viceministro dell’Interno Filippo Bubbico sul tema “L’Italia e la diffusione delle armi da fuoco” con una disamina delle norme sul “decreto antiterrorismo” (Legge 17 aprile 2015, n. 43) e il contrasto alla diffusione delle armi, oltre alle proposte di legge in discussione nell’Unione Europea per quanto riguarda il loro acquisto e il possesso. Coordinerà i lavori e il dibattito conclusivo Isabella Sala, assessore alla comunità e alle famiglie. L’incontro è a ingresso libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità