Chiesa di Sant'Agostino, a Vicenza. La volta dell'altare maggiore (dettaglio). Foto di Claudio Gioseffi (CC BY-SA 4.0)
Chiesa di Sant'Agostino, a Vicenza. La volta dell'altare maggiore. Foto di Claudio Gioseffi (CC 4.0)

Abbazia di Sant’Agostino, se ne parla alla Bertoliana

Sarà presentato giovedì 6 ottobre, alle 17,30, a Vicenza, a Palazzo Cordellina, presso la Biblioteca civica Bertoliana, il libro di Gilberto Dal Cengio “L’Abbazia di Sant’Agostino a Vicenza”. L’evento è organizzato in collaborazione con l’associazione Amici dei musei. Oltre all’autore saranno presenti Luca Trevisan, dell’università di Verona e monsignor Francesco Gasparini, della diocesi di Vicenza.

Il libro propone una ricerca articolata, con una parte storica sugli ordini mendicanti in città, nei secoli tredicesimo e quattordicesimo, e le vicende connesse alla fondazione della comunità monastica sotto la regola agostiniana, e una parte invece propriamente iconografica, che analizza il ciclo cristologico e la volta della cappella maggiore, sulla quale figura il dedicatario Sant’Agostino, assieme alle enigmatiche figure allegoriche di Virtù.

“La costruzione e la decorazione della chiesa di Sant’Agostino – spiega una nota della Bertoliana – si pongono in un contesto religioso assai vivace che, dal tredicesimo secolo, aveva visto l’insediamento e la fondazione delle chiese e dei conventi dei più importanti ordini mendicanti. Tra le testimonianze artistiche più interessanti presenti nella chiesa e riferibili al quattordicesimo secolo, risalta la decorazione ad affresco che si trova nella zona presbiteriale”.

Ed è proprio questo ciclo pittorico il focus dello studio che viene presentato. “Trascurato e ricoperto d’intonaco – continua la nota -, cominciò ad essere oggetto di crescente interesse a partire dagli anni del secondo dopoguerra, allorché monsignor Federico Mistrorigo, nominato parroco della chiesa, ne sostenne il ripristino e la valorizzazione. Il libro del prof. Dal Cengio segna ora un ulteriore passo in avanti nella valorizzazione di questo prezioso bene artistico”. L’ingresso è libero. Per informazioni telefonare al numero 0444 578203 oppure scrivere all’indirizzo consulenza.bertoliana@comune.vicenza.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *