Vicenza

Vicenza, pronto il piazzale ovest della stazione

Si stanno concludendo in questi giorni i lavori di riqualificazione del piazzale ovest della stazione ferroviaria di Vicenza. L’intervento, oggetto questa mattina del sopralluogo dell’assessore Antonio Dalla Pozza e del direttore generale di Svt Umberto Rovini, è stato curato dall’assessorato alla progettazione e sostenibilità urbana del Comune di Vicenza dopo essere stato condiviso con Centostazioni, del gruppo Ferrovie dello Stato. La sistemazione completa dell’area, a cura di Centostazioni, si concluderà nel 2017 con la riqualificazione della piazza centrale, che sarà pedonalizzata. Il comune, nei prossimi mesi, si occuperà invece della realizzazione del nuovo bicipark, provvisto di un servizio di guardiania e ingresso con badge.

L’intero progetto ha un valore di oltre 800 mila euro, che comprendono questi lavori al piazzale ovest (170 mila euro), quelli già realizzati nel piazzale est (130 mila euro), il nuovo bicipark in fase di appalto (140 mila euro), l’illuminazione a led (150 mila euro) e l’intervento che Centostazioni realizzerà nel piazzale centrale pedonalizzato (dai 200 ai 250 mila euro).

Per quanto riguarda il nuovo piazzale ovest, sul quale si sono appena conclusi i lavori, d’ora in avanti ospiterà non solo gli autobus del trasporto pubblico locale ma anche i taxi, grazie a una riorganizzazione che ha reso l’area più funzionale. Sono stati previsti anche dei percorsi tattili. Nessuna auto privata può invece più accedere al piazzale ovest, fatta eccezione per quelle che devono entrare nel parcheggio a pagamento.

“La riorganizzazione del piazzale ovest – ha ricordato l’assessore Dalla Pozza – persegue l’obiettivo, contenuto nel Piano urbano della mobilità, di configurare, nell’ambito della stazione ferroviaria, un hub del trasporto pubblico locale, in grado di garantire non solo l’interscambio con la ferrovia, ma anche tra le diverse linee sia urbane che suburbane ed extraurbane. Chi prenderà l’autobus qui, come in tutto il contesto di viale Roma, potrà contare su un sistema di attesa e accesso agli autobus sicuro e confortevole, mentre gli interventi relativi a posizionamento delle fermate e corsie riservate contribuiranno a garantire la puntualità delle corse. Con l’intervento inoltre si è data più visibilità e accessibilità all’area destinata ai taxi”.

I lavori hanno riguardato l’abbattimento delle cordonate stradali esistenti, della cartellonistica e degli altri manufatti. E’ stato inoltre effettuato uno scavo su tutto il piazzale per realizzare una pavimentazione con una nuova rete di raccolta delle acque meteoriche e una nuova rete di illuminazione pubblica. Per rendere più spazioso il piazzale e consentire un’adeguata area di manovra ai mezzi è stato inoltre necessario intervenire sui vecchi pini marittimi, le cui radici creavano anche problemi di sollevamento della pavimentazione. Verranno sostituiti con nuovi alberi collocati nella parte pedonale del piazzale. La riqualificazione ha previsto la realizzazione di due corsie parallele all’edificio della stazione, una dedicata ai taxi, più interna, l’altra dedicata ai bus, verso la strada, con entrata e uscita dei mezzi attraverso un tratto di corsia preferenziale.

Sono state realizzate tre banchine tutte dotate di pensiline d’attesa: la prima verso l’esterno destinata alle linee passanti degli autobus, con sola fermata in stazione (linee 1-3-5-6-7-12-14-16), la seconda dedicata al capolinea della linea urbana 2 diretta, tra l’altro, anche all’ospedale San Bortolo, e delle corse serali, e la terza riservata al servizio taxi in stazione. I taxi, in questo modo, ora si fermano nell’area più vicina all’uscita dei passeggeri dalla stazione, immediatamente individuabili dai clienti. Questo nuovo assetto del piazzale, accompagnato dalla pedonalizzazione della parte centrale, ha comportato la necessità di riordino dei diversi capolinea a servizio delle linee ordinarie e delle corse bis della zona. La nuova dislocazione di fermate e capolinea Svt all’interno del piazzale ovest sarà operativa da lunedì 12 settembre.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button