Breaking News

Tre incontri sulla violenza di genere tra ragazzi

La violenza di genere tra adolescenti, “teen dating violence”, è, purtroppo, sempre più presente nelle cronache degli ultimi tempi e si manifesta, ad esempio, nell’induzione a compiere atti per cui non ci si sente ancora pronti, in presidi notturni sotto casa, nella violenza psicologica e fisica. E troppo spesso gli adulti di riferimento del mondo giovanile non sono in grado di interpretare i segnali di questo fenomeno. Proprio ad allenatori, animatori, baristi, gestori di centri giovanili e, in seconda battuta, anche ad insegnanti e genitori, vale a dire tutti quegli adulti che rappresentano un riferimento per gli adolescenti, sono dedicati tre incontri intitolati “Dalla discriminazione allo stare bene insieme” .

Il primo appuntamento è in programma domani, dalle 9 alle 13 nella sala polifunzionale “Giusto Geremia” a Pojana Maggiore. L’appuntamento di sabato 24, sempre dalle 9 alle 13, si terrà nella sala riunioni di Palazzo Cornaggia, a Thiene mentre l’ultimo incontro, sabato 8 ottobre, dalle 9 alle 13 verrà ospitato dalla sala riunioni “Cittadella Sociale” di Valdagno. Durante le mattine si susseguiranno tre brevi relazioni, tenute dalla ricercatrice e consulente in politiche di genere e pari opportunità, Marta Pietrobelli, che cercherà di inquadrare il fenomeno della teen dating violence.

Seguirà l’intervento di Cristina Martini, ricercatrice nell’ambito delle analisi dei media e dei casi di cronaca nera e formatrice su stereotipi e rappresentazioni della stampa nei casi di femminicidio e violenza di genere, che approfondirà il tema degli stereotipi e delle rappresentazioni dei media. Infine, interverrà Arianna Bigarella, psicologa e psicoterapeuta con specializzazione in psicoterapia a indirizzo cognitivo comportamentale, con un contributo sulle relazioni affettive fra adolescenti, come si sviluppano e sul ruolo degli adulti di riferimento. Ampio spazio verrà dato alle esperienze dirette e al confronto fra i partecipanti.

“L’anticamera della violenza sulle donne – spiega una nota di presentazione degli incontri, si ritrova nella violenza di genere tra adolescenti, un fenomeno che ha a che fare con la mancanza di una autentica cultura dell’amore, della fisicità e di genere, con il quale gli adolescenti di oggi stanno crescendo. Un fenomeno in preoccupante ascesa. Nel 2014 Telefono Azzurro e Doxa hanno intervistato 1.500 adolescenti italiani per capire meglio le dimensioni di questo fenomeno. Secondo questo rapporto, il 5,7% degli adolescenti ha subito violenza fisica mentre un adolescente su sei conosce amici ai quali è capitato. Inoltre, il 10,1% degli intervistati ha dichiarato di conoscere qualcuno il/la cui partner ha minacciato di postare in rete foto o video privati se non avesse fatto ciò che gli/le veniva chiesto”.

L’iniziativa “Dalla discriminazione allo stare bene insieme”, frutto della sensibilità e di un’idea di Logika, che ne cura l’organizzazione, è promossa dalla consigliera di parità della provincia di Vicenza, Grazia Chisin, assieme all’unione dei Comuni Basso Vicentino, ai Comuni di Thiene e di Valdagno ed è realizzata in collaborazione con la Federazione italiana pubblici esercizi Confcommercio Vicenza, con Noi Associazione Vicenza e con il Consorzio fra cooperative sociali Prisma Vicenza.

“Questi incontri – ha sottolineato Chisin – vogliono essere un momento di condivisione e di discussione della realtà che quotidianamente attraversa le nostre città e i nostri paesi. Vogliamo sostenere i ragazzi e le ragazze nella scelta del rispetto e di una gestione consapevole delle loro emozioni, perché non rimangano invischiati in stereotipi, prevaricazioni e violenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *