Breaking News

Thiene, parte la nuova stagione di prosa

Si alza il sipario sulla 37esima stagione teatrale di Thiene. Dieci tra le migliori produzioni nazionali verranno portate sul palco di questa città vicentina grazie alla collaborazione tra l’amministrazione comunale, il circuito Arteven e l’appoggio di molti sponsor, una collaborazione che è da sempre riuscita a soddisfare un pubblico vasto, eterogeneo, appassionato ed esigente. La rassegna è stata presentata ieri pomeriggio, giovedì 15 settembre, nella sala consiliare di Thiene.

“L’amministrazione comunale – ha dichiarato il sindaco, Giovanni Casarotto – crede nell’importanza della stagione teatrale di prosa come motore di promozione della cultura e importante opportunità di crescita sociale e civile”. “Abbiamo dato spazio anche quest’anno tanto ad autori classici che contemporanei – ha proseguito Maria Gabriella Strinati, assessore alla cultura –.  Il Teatro è un luogo di incontro privilegiato che permette allo spettatore, oggi così immerso in un mondo virtuale, di avere una percezione profonda del reale”. “Il teatro Comunale si è conquistato una posizione sul piano nazionale ormai riconosciuta da tutte le componenti che concorrono alla “messa in scena” degli spettacoli – è il commento di Pierluca Donin, direttore di Arteven -. Passione, caparbietà, infinite discussioni, competenza, volontà, donne e uomini di Thiene costituiscono un’alchimia teatrale irripetibile. Il grande progetto finale è il risultato di tutto questo”.

I dieci spettacoli di prosa saranno proposti ciascuno per tre serate da novembre a marzo, mentre un tardo pomeriggio verrà riservato, quest’anno, a una grande star della danza internazionale contemporanea. Sergio Rubini, Silvio Orlando, Fabrizio Bentivoglio, Isabella Ragonese, Laura Morante, Eros Pagni, Leo Gullotta e Franco Branciaroli sono solo alcuni dei nomi che solcheranno le scene del Comunale di Thiene.

Sarà un classico della drammaturgia pirandelliana, “Il berretto a sonagli”, ad aprire la rassegna il 15, 16 e 17 novembre 2016, con Sebastiano Lo Monaco, Marina Biondi, Clelia Piscitello, Claudio Mazzenga, Isa Bellini, Franca Maresa, Rosario Petix ed Elena Aimone, per la regia di Sebastiano Lo Monaco, il più pirandelliano degli attori italiani che il pubblico del Comunale ha già avuto occasione di applaudire alcuni anni fa. Si proseguirà il 22, 23 e 24 novembre con Silvio Orlando, sul palcoscenico assieme a Roberto Nobile, Sergio Romano, Maria Laura Rondanini, Vanessa Scalera e Giacomo De Cataldo, con “Lacci”, di Domenico Starnone, per la regia di Armando Pugliese: una storia emozionante, un racconto magistrale di una fuga, di un ritorno, di tutti i fallimenti insuperabili, di quel rumore profondo che fa un matrimonio quando si spezza.

Due anche gli appuntamenti del mese di dicembre: il 6, 7 e 8 andrà in scena “Provando…dobbiamo parlare”, uno spettacolo sulle dinamiche di coppia, di Carlo Cavalluzzi, Diego De Silva e Sergio Rubini, con lo stesso Rubini attore e regista, Fabrizio Bentivoglio, Michela Cescon, Isabella Ragonese, Federico Fazioli; mentre il 13, 14 e 15 dicembre sarà la volta di “Fiore di Cactus” di Pierre Barillet e Jean-Pierre Grédy. La regia è dei vicentini Piergiorgio Piccoli e Aristide Genovese. Protagonisti sono Maximilian Nisi, Benedicta Boccoli, Anna Zago, Aristide Genovese, Piergiorgio Piccoli, Claudia Gafà, Matteo Zandonà, Anna Farinello e Federico Farsura. Theama Teatro porta in scena una commedia brillante, che molti ricorderanno nella pluripremiata versione cinematografica del 1969 con Walter Matthau e Ingrid Bergman.

Il “2017 teatrale” si aprirà il 17 gennaio, e repliche il 18 e 19, con “Locandiera B & B” di Edoardo Erba, liberamente ispirato a “La Locandiera” di Carlo Goldoni, con Laura Morante e la regia di Roberto Andò. Un’altra riscrittura, di Letizia Russo che si ispira a Gustave Flaubert, viene portata in scena il 24, 25 e 26 gennaio. Lucia Lavia, Woody Neri, Gabriele Portoghese, Mauro Conte, Laurence Mazzoni, Roberta Zanardo, Elisa di Eusanio, Xhuljo Petushi sono gli attori di “Madame Bovary”, uno dei personaggi più celebri della letteratura di tutti i tempi, riletto e reinterpretato a ogni generazione.

Si continuerà il 7, 8 e 9 febbraio 2017 con “Minetti”, dell’austriaco Thomas Bernhard, nella versione italiana di Umberto Gandini, per la regia di Marco Sciaccalunga. Il pubblico potrà osservare Eros Pagni, uno dei più grandi attori del teatro italiano, in scena con Federica Granata, Marco Avogadro, Nicolò Giacalone, Giovanni Annaloro, Mario Cangiano, Marco de Gaudio, Roxana Doran, Daniela Duchi, Michele Maccaroni, Daniele Madeddu, Sarah Paone, Francesco Russo ed Emanuele Vito, in una commedia costruita intorno all’interrogativo: quale ruolo ha l’arte nella società odierna? Il 21, 22 e 23 febbraio sarà la volta del “Macbeth” di William Shakespeare, nella traduzione di Agostino Lombardo, con Franco Branciaroli, Valentina Violo, Tommaso Cardarelli, Enzo Curcurù, Stefano Moretti, Fulvio Pepe, Livio Remuzzi e Giovanni Battista Storti. La regia dello spettacolo è di Franco Branciaroli che, nell’occasione del 400° anniversario della morte di Shakespeare, si confronta di nuovo con uno dei grandi personaggi usciti dalla penna del bardo inglese.

A marzo, mese di chiusura della stagione teatrale, andranno in scena il 7, 8 e 9, “Spirito allegro” di Noel Coward con Leo Gullotta, Betti Pedrazzi, Rita Abela, Federica Bern, Chiara Cavalieri, Valentina Cristina e Sergio Mascherpa, per la regia di Fabio Grossi: una bizzarra e divertente commedia inglese anni ’40 che prende in giro il mondo dell’occulto, realizzata con largo uso di effetti speciali e video-mapping; il 21, 22 e 23 marzo, invece, sarà la volta di un’inedita versione di “Arlecchino Servitore di Due Padroni” di Carlo Goldoni, nell’adattamento drammaturgico di Giorgio Sangati, con Marco Zoppello, Pierdomenico Simone, Sara Allevi, Anna De Franceschi, Eleonora Fuser, Marta Meneghetti, Michele Mori, Stefano Rota e Laura Serena. Fuori abbonamento il tradizionale spettacolo musicale affidato, quest’anno, a una delle più grandi star della danza contemporanea internazionale, David Parsons, e alla sua compagnia americana amata dal pubblico per uno stile di danza atletico e vitale che trasmette gioia di vivere, in programma il 12 marzo 2017.

Continua anche quest’anno l’attenzione ai giovani: biglietti gratuiti sono offerti agli studenti delle superiori, individuati dagli stessi istituti scolastici di appartenenza, con l’obiettivo di far conoscere il teatro alle giovani generazioni. In liena con questo obiettivo prosegue, per questa stagione, la riduzione di abbonamenti e biglietti che viene estesa fino ai 30 anni di età, anziché 25. La campagna abbonamenti apre oggi, venerdì 16 settembre, le nuove sottoscrizioni sono possibili dal giorno 6 ottobre. Per informazioni, prenotazione e vendita abbonamenti e biglietti è possibile contattare il servizio promozione eventi culturali e turistici, negli orari di apertura al pubblico, in piazza A. Ferrarin 1, tel. 0445-804.745-943, e-mail: teatro@comune.thiene.vi.it, cultura@comune.thiene.vi.it. Il programma della nuova stagione teatrale thienese è consultabile nei siti: www.comune.thiene.vi.it, www.arteven.it, www.vivaticket.it e in tutte le aziende di promozione turistica del vicentino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *