Breaking News
Frammento di "Giochi di bambini", dipinto di Pieter Bruegel il Vecchio
Frammento di "Giochi di bambini", dipinto di Pieter Bruegel il Vecchio (dettaglio)

Thiene, giochi di una volta a “Zugare in corte”

Campanon, Salta Marei, Bussoloti, Salta Mussa e Spacca Pignatte. Sono solo alcuni dei giochi tradizionali di un tempo che rivivranno a Thiene, nella frazione di Lampertico, domani, dalle 10 e fino a sera inoltrata, nell’ambito di “Zugare in corte”, una iniziativa organizzata dal gruppo Tradizioni contadine di Lampertico, con il patrocinio del Comune, che vuole riscoprire e far riscoprire i giochi dei nostri nonni, così da tramandarli nel tempo evitandone l’oblio.

Elemento scenico della manifestazione è la “corte”, un luogo fondamentale della tradizione rurale dove venivano svolte le più diverse funzioni, che idealmente viene replicata nell’area attrezzata vicino alle scuole di Lampertico.

Ma “Zugare in corte” non è soltanto un momento di svago. Si tratta di un evento che unisce al gioco la convivialità e la gioia del condividere e dello stare insieme. Sarà infatti possibile pranzare e cenare con i piatti preparati con gli ingredienti della tradizione contadina, come primi di pasta fatta in casa (“subioti”) e gnocchi di patate, secondi di luganeghe e carni bianche, verdure e tanto altro, “riproposto, come spiega una nota di presentazione della manifestazione secondo le attuali esigenze alimentari con attenzione per i bambini e per tutti quelli che possono avere delle esigenze particolari”.

Le tradizioni contadine proseguiranno poi anche domenica 9 ottobre, alle 20.30, nel centro parrocchiale del Santo, dove la compagnia teatrale El Punaro metterà in scena lo spettacolo “Don Eusebio xe proprio un santo”.

“Continuiamo a promuovere e valorizzare la nostra terra e la nostra cultura – ha sottolineato il responsabile del gruppo Tradizioni contadine, Giovanni Battista Angonese, – cercando di migliorarci sempre, per ritrovare il gusto di stare insieme, di socializzare, rafforzando quel senso di appartenenza al territorio e alla sua comunità che ci contraddistingue”.

“E’ fondamentale – ha spiegato il sindaco di Thiene, Giovanni Casarotto – risalire alle nostre radici culturali per non perdere l’identità. Zugare in corte farà scoprire ai bambini come divertirsi con creatività senza ricorrere ai videogiochi!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *