Breaking News
"Quale autonomia per la scuola veneta". Il Pd si interroga

Stress da rientro a scuola, i consigli dell’esperto

Ritornare a scuola? Uno stress, come ogni cambiamento che modifica il proprio ritmo di vita. Lo vivranno gli studenti che torneranno sui banchi delle aule lasciate a giugno, ritrovando amici e conoscendo già l’ambiente, ma ancora di più coloro che invece affronteranno un cambiamento più importante, come il passaggio dalle medie alle scuole superiori. Per costoro è importante l’aiuto che possono dare i genitori. Lo sottolinea anche un’esperta, la pedagogista Federica Ciccanti del Centro studi specialistici “San Marco”, di Monticello Conte Otto, secondo la quale  “ogni genitore deve ripensare a ciò che, l’anno scorso, ha rappresentato una difficoltà nel percorso formativo del figlio, individuando i segni di stanchezza ed anticipando le eventuali criticità”.

Federica Ciccanti
Federica Ciccanti

“Far tesoro degli errori continua la pedagogiosta -, senza colpevolizzare, aiuta ad accrescere l’autostima. Bisogna anche aiutare i ragazzi a creare uno spazio il più possibile accogliente in cui studiare: è lì del resto che, nei prossimi nove mesi, trascorreranno molte ore della giornata. Altrettanto utile per riacquistare energie è il riposo fisico e mentale. Per rendere il risveglio meno traumatico, il suggerimento è di abituare gradualmente gli studenti ai ritmi della sveglia mattutina. Riposare non è soltanto una buona regola o un’abitudine, ma favorisce condizioni di equilibrio da applicare ad ogni attività”.

“Tristezza, facilità al pianto – conclude Ciccanti -, tendenza all’isolamento e rifiuto a partecipare ad iniziative sociali sono segnali da non trascurare, dietro ai quali possono nascondersi reazioni a episodi di bullismo o richieste d’aiuto per un ambientamento difficile. Al minimo sospetto, è opportuno intervenire ed essere di supporto. Ogni figlio ha bisogno di sentire che in lui e nella scuola si ripone fiducia. Sarà un anno impegnativo, ma anche di crescita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *