Veneto

Sgominata banda dei bancomat. Il plauso di Zaia

Con un un blitz che ha preso il via all’alba di oggi, i carabinieri di Treviso sono riusciti a sgominare due diverse organizzazioni criminali ritenute responsabili di numerosi assalti agli sportelli bancomat, in Veneto ma non solo, ed anche di altri reati, compiuti nei mesi scorsi. Questa mattina i militari dell’Arma hanno così eseguito venti misure cautelari nei confronti di altrettante persone, residenti nel veneto, ed in gran parte appartenenti alla comunità dei giostrai.

l’operazione è giunta al termine di lunghe e articolate indagini, coordinate dalla procura di Treviso, che hanno progressivamente consentito di raccogliere vari elementi di colpevolezza a carico dei componenti delle due associazioni per delinquere. Gli investigatori hanno attribuito alle due consorterie criminali, che utilizzavano entrambe esplosivi per forzare i bamcomat, decine di episodi in numerose località del Veneto e della Lombardia.

“Con questa operazione – ha sottolineato il presidente della Regione, Luca Zaia, commentando l’azione delle forze dell’ordine – i carabinieri di Treviso e i loro colleghi di Padova, di Vicenza e di Verona hanno, dato un’altra mazzata alla malavita in Veneto. Ora si spera che i responsabili vengano adeguatamente puniti, con la massima severità possibile”.

“Ripulire il territorio da questo tipo di criminalità, che è quella che di più spaventa i cittadini – ha poi continuato – è uno degli obiettivi che più qualificano la lotta a una delinquenza sempre più aggressiva e sempre più spesso spietata”.

“Con l’azione di oggi – ha concluso Zaia – i nostri tutori dell’ordine hanno mandato un nuovo, ennesimo forte messaggio ad ogni tipo di malavita: non provateci, perché prima o poi vi prendiamo”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button